FEGATO ALLA VENEZIANA

Non amo moltissimo il fegato, però so che fa tanto bene perchè è ricco di ferro, soprattutto quello di cavallo. Ricordo che, quando ero piccola, tutte le volte che mia madre me lo propinava, per mandarlo giù lo riempivo di cremine (tipo senape) che con il fegato non c’entravano un bel niente, ma che di certo mi allietavano il boccone per me, amarissimo!!! Oggi sono cresciuta e potrei non mangiarlo affatto (visto che cucino io), ma purtroppo ho sposato un uomo che è una buona forchetta e che mangia tutto ma proprio tutto, per lui l’importante è che sia cucinato con criterio…perciò una tantum, comperiamo anche il fegato…In questi anni ne ho provato diverse varianti, per esempio c’è chi infarina il fegato per far creare una deliziosa cremina finale, ma a me, con questo metodo, è sempre uscito molto pastoso; un altra variazione è consiste nello sfumarlo con mezzo bicchiere di vino bianco, ma neanche questa preparazione mi ha particolarmente colpito…quindi alla fine ho elaborato una mia variante personale che mi ha molto soddisfatto (i veneti mi perdonino per favore :-)))…
IMGP5660.JPG

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:
  • 300 GR DI FEGATO DI VITELLO
  • 200 DI CIPOLLE
  • 20 GR DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
  • DUE FOGLIOLINE DI SALVIA
  • UN MESTOLO DI BRODO
  • SALE E PEPE Q.B.

PREPARAZIONE:

In una pentola mettere la cipolla affettata sottilmente, l’olio e due foglioline di salvia fresca…
IMGP5639.JPG
far cuocere a fiamma medio-bassa per 20-25 minuti, finchè risulti dorata ma morbida e stufata…
IMGP5648.JPG
a questo punto aggiungere il fegato tagliato a striscioline, il brodo, alzare la fiamma e far cuocere per pochissimi minuti, altrimenti il fegato s’indurisce e diventa immangiabile…salare, pepare e servire immediatamente…
IMGP5656.JPG
IMGP5684.JPG
IMGP5685.JPG
IMGP5691.JPG

CALAMARI RIPIENI GRIGLIATI SU CREMA DI PISELLI E PREMIO

Buongiorno a tutti!!! ieri il mio pescivendolo di fiducia mi ha consigliato di comperare dei bei calamari freschi da preparare ripieni…ed io, presa dalla mia solita fantasia culinaria, ho pensato ad una farcitura un pò diversa dal solito ma pur sempre buona!!!! Per legare l’impasto non ho usato le uova, ma ho messo un pò di olio in più nell’impasto ed anche il metodo di preparazione è diverso dal solito, perchè, invece di mescolare gli ingredienti uno per volta, ho preferito tritarli tutti insieme in un frullatore…

IMGP4313.JPG

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:

  • DUE CALAMARI DI MEDIE DIMENSIONI
  • 60/70 GR. PANGRATTATO
  • UNO SPICCHIO D’AGLIO
  • DUE CUCCHIAI DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
  • UN CUCCHIAINO DI CAPPERI
  • UN CUCCHIAINO PIENO DI PINOLI
  • 5 CUCCHIAI D’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
  • PREZZEMOLO
  • SALE E PEPE Q.B.

PROCEDIMENTO:

Pulire per bene e spellare i calamari mettendo da parte i tentacoli…In frullatore mettere il pangrattato,lo spicchio d’aglio, i pinoli e i capperi,il prezzemolo e tritare…a questo trito aggiungere i tentacoli dei calamari e tritare nuovamente…

IMGP4269.JPG

aggiungere anche il parmigiano, il sale (poco) ed il pepe e mescolare…

IMGP4271.JPG
il composto finale…se dovesse risultare secco compattare aggiungendo olio, se troppo umido aggiungere altro pangrattato…
IMGP4275.JPG

con l’aiuto di un cucchiaino distribuire il ripieno all’interno dei calamari per due terzi…

IMGP4287.JPG

cucire le estremità con spago da cucina e ago (oppure fermarle con uno stuzzicadenti)…

IMGP4289.JPG

a piacere si possono steccare i calamari con una foglia di limone, che in cottura sbrigiona un profumino niente male…

IMGP4290.JPG

grigliare su una piastra, punzecchiando di tanto in tanto con uno stuzzicadenti…

IMGP4295.JPG

una volta cotti, lasciarli intiepidire un attimo e nel frattempo frullare i piselli prelessati con sale, 2/3 foglioline di menta e poche gocce di limone…se si vuole una crema più liscia passarla al colino…servire…

IMGP4310.JPG
IMGP4314.JPG
IMGP4308.JPG

Il livello di finezza del trito è a piacere, io lo volevo molto fine….Per decorare ho utilizzato delle striscioline di buccia di limone (solo la parte gialla) leggermente caramellate in pentola con due cucchiaini di miele e un pò d’acqua…

Con questa ricetta partecipo al contest di Genny del blog AL CIBO COMMESTIBILE : FUOCO ALLE GRIGLIE

FUOCO.jpg

Ringrazio inoltre la cara Serena del blog DOLCIPENSIERI per avermi omaggiata di questi due bellissimi premietti, che giro a tutti quanti voi….Sono sempre felice quando ricevo questi pensierini!!!! grazie mille!!! Eccoli qui…

premio-fimere.jpg


premio-dardos-marilu.jpg

CONCHIGLIE CON RICOTTA, NOCI E PERE GRATINATE AL PECORINO

Il 15 Maggio è stato il compleanno di mio marito ed ho pensato di regalargli un piccolo pranzetto…Lui adora i formaggi, ma essendo a dieta ferrea mi sono dovuta un pò limitare (ma non troppo in fondo)….Oggi ho deciso di pubblicare la ricetta di questo primo piatto che ha destato molto successo…

IMGP3784.JPG

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:

  • 15O GR DI CONCHIGLIONI
  • 75 GR DI RICOTTA MAGRA
  • 15 GR DI GHERIGLI DI NOCI TRITATE
  • META’ PERA KAISER RIDOTTA A CUBETTI PICCOLI
  • PECORINO GRATTUGIATO PER LA GRATINATURA
  • SALE E PEPE Q.B.

Lessare la pasta al dente e passarla sotto un getto d’acqua fredda…

IMGP3768.JPG

in una ciotola mescolare la ricotta con il sale ed il pepe, se gradito…

IMGP3765.JPG

i gherigli di noci (io li ho lasciati piuttosto grossi)…

IMGP3769.JPG
i cubetti di pera…
IMGP3770.JPG
con questo composto farcire i conchiglioni…
IMGP3772.JPG
su una teglia coperta di carta forno spargere un pò di pecorino grattugiato…
IMGP3776.JPG
adagiare i conchigioni e spolverizzarli con il restante formaggio…
IMGP3779.JPG
cuocere in forno caldo a 180° per 15/20 minuti, fino a doratura…
…io li ho serviti su un ventaglio di pere…
IMGP3780.JPG
…e foglioline di menta spezzettate…
IMGP3782.JPG
IMGP3788.JPG
IMGP3796.JPG
IMGP3799.JPG
Mi sarebbe piaciuto completarli con un filo d’olio aromatizzato al
tartufo ma purtroppo non ce l’avevo…La consistenza finale è una
pasta croccantina fuori e morbida dentro, volendo qualcosa di
diverso si possono anche ricoprire con sugo di pomodoro e gratinare
nel forno con il grana…