TORTA SALATA RICOTTA E SPINACI

intestazione1.jpg

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

-2 ROTOLI DI PASTA SFOGLIA

-300 GR DI SPINACI

-150 GR DI GRANA GRATTUGIATO

-200 GR DI RICOTTA

-2 UOVA

-SALE Q.B

PROCEDIMENTO:

Cuocere gli spinaci al vapore e tagliuzzarli su un tagliere. In una coppa mettere la ricotta…

ricotta.JPG

Aggiungere gli spinaci…

spinaci al vapore.JPG

Mescolare e aggiungere le uova…

uova.JPG

Mescolare e aggiungere il formaggio…

grana.JPG

Mescolare nuovamente. In una teglia da forno stendere il primo rotolo di pasta sfoglia…

sfoglia in pentola.JPG

Adagiare all’interno il ripieno e livellare con un cucchiaio…

impasto sulla sfoglia.JPG

Ricoprire con l’altra sfoglia e arrotolare i lati creando un bordo…

bordo.JPG

Bucherellare con una forchetta e spennellare con un pò di latte…

forchetta.JPG

Cuocere in forno caldo a 200° fino a doratura, ogni forno va da sè, a me ci sono voluti circa 35 minuti…Va bene servita anche tiepida…

fetta.JPG

 

PIZZA MARGHERITA

pizza, prodotti da forno

La pizza margherita è un classico che non muore mai. L’impasto è formato da farina, lievito e  acqua. Il segreto per una buona riuscita sono sicuramente le ore di lievitazione, più sono più buono è il risultato finale. L’impasto viene poi condito e cotto nel forno, per un risultato ottimale il migliore è quello a legna. “Si dice che la parola “pizza” derivi dal participio passato del verbo latino pinsere, ovvero pinsa, che tradotto vuol dire pestare, schiacciare, pigiare; oppure dalla parola ebraica  “פִּתָּה o פיתה” che vuol dire pita. La tradizione vuole che nel giugno 1889, per onorare la regina d’Italia, Margherita di Savoia, il cuoco Raffaele Esposito della pizzeria Brandi creò la pizza Margherita, dove i condimenti, pomodoro, mozzarella e basilico, rappresentavano i colori della bandiera italiana. Fu il primo ad aggiungere il formaggio”. Notizie tratte da WIKIPEDIA. Per fare la pizza io provo ogni volta un impasto diverso, questo è uno dei tanti…

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

425 GR DI FARINA 00

-250 ML DI ACQUA TIEPIDA

-12 GR DI SALE

-10 GR DI LIEVITO DI BIRRA

-180 GR DI POMODORI PELATI

-250 GR DI MOZZARELLA

-UN PAIO DI FOGLIOLINE DI BASILICO (FACOLTATIVE)

-OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

PROCEDIMENTO:

Preparare l’impasto. Disporre la farina in una ciotola…

pizza, prodotti da forno

In una ciotolina far sciogliere il lievito e il sale, quindi aggiungere alla farina e impastare…

pizza, prodotti da forno

pizza, prodotti da forno

pizza, prodotti da forno

pizza, prodotti da forno

Dopo un breve riposo dividere l’impasto in due panetti da 250 gr e far lievitare fino al raddoppio…

pizza, prodotti da forno

Nel frattempo tritare e mettere a sgocciolare la mozzarella…

pizza, prodotti da forno

Una volta che i panetti sono lievitati, frullare i pomodori pelati. Formare le pizze e farcire con i pelati…

pizza,prodotti da forno

la mozzarella…

pizza,prodotti da forno

un filo d’olio, a piacere una fogliolina di basilico; cuocere in forno caldo a 220° fino a cottura, oppure nel forno a legna per due/tre minuti…

pizza,prodotti da forno

pizza,prodotti da forno


PUCCIA DELLA VIGILIA DELL’IMMACOLATA

Quella di oggi più che una ricetta è una tradizione. Dalle mie parti durante la vigilia dell’Immacolata Concezione, si osserva un digiuno cristiano purificativo, per ringraziare la Madonna; in pratica si rimane a digiuno tutto il giorno, tranne che per il pranzo, in cui si mangia una bella puccia casereccia alle olive, ripiena di tonno, “franfullicchi” e provolone piccante!!! I franfullicchi sono dei pesciolini, per lo più merluzzetti, che vengono fritti e conservati in salamoia. Il nome “puccia” sta ad indicare qualcosa di morbido, infatti noi utilizziamo questo termine anche per indicare una persona un pò più in carne che abbia delle belle guanciotte pucce, appunto. In genere le pucce con le olive sono fatte con semola di grano duro, acqua, olio, lievito e sale, a questo impasto vengono aggiunte delle belle olive nere, in salamoia. Le farcie possono variare, di zona in zona, c’è chi aggiunge i capperi, chi i pomodori, chi delle verdurine fritte…L’unica cosa in comune in quasi tutta la Puglia è il fatto che durante tutto il giorno si mangia solo questa puccia, poi la sera ci si riunisce e si fa una grande cena a base di rape, pettole e baccalà fritto. La vigilia per me è una festa significativa, perchè la sento come una sorta d’introduzione al Natale, infatti il giorno dell’Immacolata prepariamo l’albero di Natale e il presepe!!! e da lì in poi i giorni antecedenti il Natale volano…E voi cosa fate in questi giorni di festa??? Quali sono le vostre tradizioni???

PUCCIA INTERNO.jpg

INGREDIENTI PER 4 PUCCE MEDIE:

  • 500 GR DI SEMOLA DI GRANO DURO
  • UN CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA
  • ACQUA TIEPIDA Q.B.
  • 10/15 GR DI SALE
  • 150 GR DI OLIVE NERE PUGLIESI MEGLIO SE CON I NOCCIOLI
  • 2 CUCCHIAI DI OLIO

PROCEDIMENTO:

Su una spianatoia infarinata mettere la semola e fare una conca, al centro porre il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida e cominciare a impastare, aggiungendo via via altra acqua; quando il lievito si sarà amalgamato aggiungere il sale e l’olio. Impastare fino ad ottenere un composto ben sodo e mettere a lievitare in una ciotola coperta con un panno umido, per 1 ora. A questo punto sgonfiare l’impasto e incorporarvi le olive nere. Formare quattro pagnotte di uguale misura, spolverizzare di semola e far lievitare coperte, per un’altra ora, fino al raddoppio. Infornare a 220° per 30 minuti, fino a doratura. Questo il risultato…

PUCCIA.jpg
Aprire la puccia…
PUCCIA APERTA1.jpg
mettere uno strato di tonno sott’olio a pezzettini…
TONNO.jpg
uno strato di franfullicchi…
FRANFULLICCHI1.jpg
uno strato di lamelle di provolone piccante…
ASIAGO1.jpg
mettere il coperchio…trenta secondi al microonde per far fondere il formaggio e…gnam gnam…
PUCCIA DENTRO1.jpg
PUCCIA IMMACOLATA.jpg
PUCCIA IMMACOLATA2.jpg

PUCCIA IMMACOLATA1.jpg

PUCCIA INTERNO1.jpg

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Pina e Lina del sito PROVARE PER GUSTARE:

ricchi.JPG

 

 

 

RUSTICI LECCESI

E’ da tanto tempo che volevo pubblicare la ricetta dei rustici leccesi, ma ora per un motivo, ora per un altro, ho sempre rimandato. I Rustici Leccesi, sono tipici del Salento, anche se oramai si trovano in tutta la Puglia; il rustico è formato da due dischi di pasta sfoglia, racchiusi da uno sfizioso ripieno composto da morbida besciamella, rustica passata di pomodoro e mozzarella filante, in realtà si mette anche il pepe nero, ma io non ce lo metto!!! Questa ricetta mi riporta indietro nel tempo quando si faceva filone a scuola e si finiva inevitabilmente al bar a mangiare uno di questi rustici, rigorosamente caldo, e per me rappresenta il cibo da strada per eccellenza, in quanto è molto pratico da trasportare, molto di più di una focaccia!!! Anche adesso, che non sono più una liceale con le treccine :p, intorno alle dieci del mattino mi viene un languorino che spesso soddisfo con questo ottimo cibo da strada e in più lo si trova ovunque, perfino nei panifici….

rustico-1.jpg

INGREDIENTI PER 8 RUSTICI DI 10 CM DI DIAMETRO:

  • 2 ROTOLI DI PASTA SFOGLIA
  • 250  GR DI BESCIAMELLA
  • 200 GR DI PASSATA DI POMODORO SGOCCIOLATA
  • 100 GR DI MOZZARELLA A DADINI SGOCCIOLATA

PER LA BESCIAMELLA:

  • 200 ML DI LATTE TIEPIDO
  • 25 GR DI FARINA
  • 20 GR DI BURRO
  • SALE E NOCE MOSCATA Q.B.

Mettere a sgocciolare per qualche ora in due colini differenti, la passata di pomodoro e la mozzarella tagliata a dadini…

Preparare la besciamella facendo sciogliere il burro sul fuoco e aggiungendo la farina setacciata (roux); togliere dal fuoco e aggiungere il latte tiepido…

latte.jpg
riportare sul fuoco e mescolare fino ad ottenere la densità desiderata…Aggiungere sale e noce moscata a piacere…
besciamella.jpg

Mentre la besciamella si raffredda, con l’aiuto di un coppa-pasta, tagliare la pasta sfoglia a cerchi del diametro di 10 cm…
cerchi.jpg

Una volta che la besciamella è fredda e ben solidificata farcire i rustici; mettere al centro mezzo cucchiaio di besciamella…
bescia.jpg

mezzo cucchiaio di passata di pomodoro ben sgocciolata…
passata.jpg

un cucchiaino pieno di mozzarella a cubetti, anch’essa sgocciolata…
mozzarella.jpg

sigillare i bordi pennellandoli con un pennello intinto nell’acqua e chiudere con un altro cerchio di sfoglia, premere ai lati per far aderire bene…
coperchio.jpg

con un bicchiere di diametro più piccolo premere al centro del ripieno, senza bucare la pasta…
forma.JPG

spennellare la superficie con acqua e mettere in forno caldo a 180° per 20 minuti (fino a doratura)…Io ho fatto anche qualche panzerottino…
cotti-1.jpg
rustico-primo.jpg
panzerotto2.jpg
rustico2.jpg
rustici-di-lato.jpg
rustico-interno.jpg
rustici-insieme.jpg
rustico3.jpg

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Giulia del sito ROSSA DI SERA:
ROSSADISERA.JPG

FOCACCIA AL ROSMARINO

Qualche settimana fa gironzolando tra i vostri bellissimi blog, ho letto che molti di voi consigliavano i preparati per pane pronti, in vendita alla Lidl. Mi sono ripromessa che, non appena ne avessi avuto l’occasione, li avrei provati anche io!!! In realtà ho trovato solo il preparato per pane bianco tedesco da 1 kg…quindi con mezzo chilo di farina ho fatto un ottimo pane e con l’altro mezzo chilo ho provato a fare una bella focaccia al rosmarino, credendo che sarebbe venuta fuori una schifezza…e invece mi sono dovuta ricredere alla grande, a detta di mio marito la focaccia era SUBLIME e, detto da uno pignolo come lui, è stato davvero un bel complimento!!! L’esecuzione è facilissima, la busta, infatti, contiene già farina, sale e lievito, quindi basta mescolare il tutto con un pò di acqua tiepida, far lievitare fino al raddoppio…e il gioco è fatto!!! Questo è il risultato della focaccia…

mortadellatit.jpg
INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DI 30 CM DI DIAMETRO:
  • 500 GR DI PREPARATO PER PANE TEDESCO LIDL
  • 320 GR DI ACQUA TIEPIDA
  • UN RAMETTO DI ROSMARINO FRESCO
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA Q.B.
  • SALUMI A PIACERE
PROCEDIMENTO:
In una coppa impastare il preparato con l’acqua tiepida, verrà fuori un impasto molto appiccicoso…Lasciare riposare in una ciotola, coperta con un panno umido fino al raddoppio (circa un’ora); stendere l’impasto in una teglia ben unta d’olio, distribuendo bene l’impasto con le mani…
impasto.jpg
aggiungere il rosmarino tritato, un pò di sale grosso e olio anche in superficie…
rosmarino.jpg
olio.jpg
Cuocere in forno caldo a 220° per circa 25 minuti…
cotta-in-teglia.jpg
intera.jpg
l’interno…
interno.jpg
metà1.jpg
è ottima sia al naturale che con i salumi…noi l’abbiamo riempita di mortadella e provolone piccante, un giro al microonde e…Buon Appetito!!!
motadella1.jpg
p.piano-rosa.jpg
ripiena.jpg
rosa1.jpg
taglio.jpg.JPG
triangoli.jpg

E questo è il preparato…

confezionefarina.jpg

CIAMBELLA DI PANE SEMIDOLCE ALLE NOCI E YOGURT

La settimana scorsa girando tra i vostri deliziosi blog, sono rimasta folgorata da questo pane semidolce pubblicato dalla cara Puffin. La prima cosa che mi ha colpita sono le foto, infatti l’interno, pieno di tanti pezzetti di noci, è molto invitante!!! Poi spulciando tra gli ingredienti mi sono subito accorta che questa ricetta è quasi del tutto priva di grassi, infatti non contiene nè olio nè burro….ed infine sono rimasta molto colpita dalla modalità di preparazione, infatti mi aspettavo un impasto con il lievito di birra e invece si utilizza il lievito per dolci per cui, la lievitazione è istantanea e senza tempi di riposo, e non c’è nemmeno bisogno di impastare a mano, ma il tutto si può tranquillamente preparare in una ciotola!!! Questo pane è molto versatile, chi ama il dolce può mangiarlo con un pò di miele…chi ama il salato con un pò di formaggio spalmato….Ringrazio la brava Puffin per questa bella ricetta!!! L’unica variazione che ho apportato è stato sostituire l’uovo con lo yogurt bianco…

farfalla.jpg
INGREDIENTI:
  • 500 GR DI FARINA 00
  • 100 GR DI NOCI
  • 100 GR DI ZUCCHERO
  • 200 GR DI YOGURT BIANCO
  • 1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
  • 2 BICCHIERI PIENI DI LATTE
  • UN PIZZICO DI SALE

PREPARAZIONE:

In una coppa mettere la farina setacciata…

farina.jpg.jpg
lo yogurt…
yogurt.jpg.jpg
le noci e lo zucchero…
zucchero.jpg.jpg
il latte…
latte.jpg.jpg
mescolare e unire anche il lievito setacciato…
lievito.jpg.jpg
mescolare bene e versare in uno stampo a forma di ciambella…Cuocere a 180  per 50 minuti….
stampo.jpg.jpg
farfalla-primo-piano.jpg
fette.jpg
fetta-primo-piano.jpg.JPG

formaggio-miele.jpg
interno.jpg

Colgo l’occasione per ringraziare Maria, Anna, Gloria e Pasticciona per avermi invitata a partecipare a questo giochino, il cui scopo è quello di far conoscere meglio tra di loro i foodbloggers….Partecipo con piacere e per mancanza di tempo giro questa bella staffetta a chiunque vorrà prenderla e portarla sul proprio blog:
untitled.jpg
Le regole del gioco sono:
  • creare un post inserendo il logo della staffetta e invitare le 14 bloggine che vorresti conoscere meglio;
  • postare le 8 domande qui di seguito;
  • rispondere alle stesso sul vostro post

1- Quando da piccoli vi domandavano cosa volevate fare da grandi cosa rispondevate?

L’astronauta.

2- Quali erano i vostri cartoni animati preferiti?

Lady Oscar e Sailor Moon.

3-Quali erano i vostri giochi preferiti?

Fare finta di essere grandi.

4-Qual’è stato il più bel vostro compleanno e perchè?

Nessuno in particolare.

5-Quali sono le cose che volevate assolutamente fare e non avete ancora fatto?

Ricamare e lavorare a maglia.

6-Quale è stata la vostra prima passione sportiva e non?

Il taek won do e l’enigmistica.

7-Quale è stato il vostro primo idolo musicale?

Claudio Baglioni.

8- Qual’è stato la cosa più bella chiesta (ed eventualmente ricevuta) a Babbo Natale, Gesù Bambino, Santa Lucia?

Nessuna cosa di cui abbia un ricordo particolare.

PANE ZUCCA E FETA

La regina incontrastata dell’Autunno, a mio parere, è la Signora Zucca!!! è buona e versatile, io la preparo davvero in mille modi… La zucca fa parte della famiglia delle Cucurbitacee, oltre ad utilizzare la polpa, sono sfruttati anche i suoi semi che vengono essiccati e salati. Nel week end ho deciso di provare questo pane e ne sono rimasta davvero contenta, zucca e feta si abbinano molto bene insieme e credo proprio che preparerò questo impasto un pò più spesso…Provatelo anche voi e ditemi se non ho ragione…Con questa ricettina vi auguro una buona settimana!!!! C’è anche una novità mi sono iscritta al concorso LIBERO MOBILE AWARDS, per chi volesse votarmi il bannerino è nella colonna laterale di destra del blog, in alto a destra…Ringrazio in anticipo di cuore chi di voi vorrà darmi il proprio voto!!!

rotolo.jpg

INGREDIENTI:

  • 400 GR DI FARINA O
  • 250 GR DI ZUCCA
  • 10 GR DI SALE
  • 10 GR DI ZUCCHERO
  • MEZZO BICCHIERE DI ACQUA TIEPIDA
  • MEZZO CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO
  • 80 GR DI FETA

PREPARAZIONE:

Lessare la zucca per mezz’ora oppure tagliarla a pezzi e cuocerla in forno caldo a 180° per mezz’ora. Una volta fredda tritare la polpa.Setacciare la farina su una spianatoia e formare la fontana…

farina.jpg.JPG
sciolgliere il lievito di birra in mezzo bicchiere di acqua tiepida e mettere al centro della fontana…
lievito.jpg.JPG
aggiungere la polpa di zucca e lo zucchero…
zucca.jpg.JPG
…con l’aiuto di una forchetta cominciare a mescolare, aggiungere anche il sale. Impastare aggiungendo a poco la farina, non dovrebbe servire molta acqua, poichè la zucca è umidiccia di suo…
impasto-zucca.jpg.JPG
quando il tutto comincia a compattarsi aggiungere la feta, tagliata a cubetti…
impasto pane.jpg.JPG
feta.jpg.JPG
terminare formando una palla, mettere a lievitare in una ciotola coperta….
impasto-finale.jpg.JPG
quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, dare al pane la forma che si desidera e far lievitare coperto per mezz’ora…
impasto-lievitato.jpg.JPG
io ho formato un rotolo e l’ho farcito con altra feta…
impasto-ripien.jpg.JPG

Cuocere in forno caldo a 220° per 10 minuti, poi abbassare a 200° per altri 20/25 minuti…regolarsi in base alla colorazione…


pane-part.jpg

fette.jpg


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Rebecca del sito NON TOLLERO IL LATTOSIO:
ricette con la zucca 2.JPG

FRISELLE O FRESELLE…CHE DIR SI VOGLIA

Le friselle o freselle sono delle ciambelle di pasta da pane, cotte in forno, tagliate a metà in senso orizzontale e biscottate per farle dorare e perdere l’umidità. Sono molto diffuse in Campania, Basilicata e nella mia amata Puglia e sostituiscono egregiamente i carboidrati all’interno di una bella cenetta estiva. Sono molto dure, per cui si bagnano velocemente in acqua, si aspetta un attimo affinchè assumano la consistenza desiderata, che è a metà tra il pane croccante e il biscotto, e si condiscono a piacere; il condimento classico prevede pomodorini freschi, sale, olio extra-vergine d’oliva e origano, ma nulla vieta di variare con altri ingredienti quali capperi, olive nere, tonno, mozzarella…oppure di inzupparle in deliziose zuppe di pesce!!!! Le dimensioni variano a seconda del luogo di produzione, da me sono molto diffuse quelle piccoline, del peso finito di 30/35 grammi l’una ma in alcune città possono arrivare a pesare anche il doppio!!! Per quanto riguarda la farina da utilizzare, anche questa è a piacere, si parte da una farina di tipo “0” fino ad arrivare a quella d’orzo, integrale o anche mista…tutto dipende dai gusti, sicuramente una frisa integrale sarà più ricca in fibre e vitamine. Quelle che ho preparato io sono di farina “0”.
IMGP4757.JPG

INGREDIENTI PER 16 FRISELLE:
  • 300 GR. DI FARINA “0”
  • 150 GR. DI ACQUA TIEPIDA (PER CHI HA IL TERMOMETRO: TEMPERATURA SUI 30°)
  • 10 GR. DI LIEVITO DI BIRRA
  • 10 GR. DI SALE FINO

PREPARAZIONE:

Sciogliere il lievito in due cucchiai di acqua, presa dal totale; fare la fontana e porre al centro l’acqua con il lievito oramai disciolto…Cominciare a mescolare aggiungendo anche il resto dell’acqua e alla fine il sale. Mettere l’impasto a lievitare in una coppa, coperta da un panno umido, fino al raddoppio (più o meno un paio d’ore)…
IMGP4706.JPG
IMGP4723.JPG
passato il tempo di lievitazione, pesare l’impasto e dividerlo in sei palline di uguale peso…
IMGP4724.JPG
da ogni pallina ricavare un cordoncino lungo 18/20 cm…
IMGP4726.JPG
arrotolarlo a ciambella…
IMGP4727.JPG
disporre le sei ciambelle su una teglia coperta di carta forno, coprirle con un panno umido e far lievitare fino al raddoppio (circa un’ora e mezza)…
IMGP4729.JPG
IMGP4735.JPG
Cuocere in forno preriscaldato a 220° per 10/12 minuti, non si devono scurire troppo; tirarle fuori dal forno e aspettare 10 minuti…
IMGP4736.JPG
Munirsi di uno spago da cucina (oppure di un coltello seghettato)…
IMGP4730.JPG

prendere una frisella e passare il filo orizzontalmente (a me ha dato una mano mio marito, lui teneva il filo ben teso ed io passavo delicatamente la frisella), in maniera tale da dividerla in due…fare lo stesso con le altre cinque…

IMGP4738.JPG
alla fine si otterranno dodici metà…riposizionarle sulla placca del forno e farle finire di cuocere a 190° per mezz’ora circa. Passato tale tempo, asciugarle dall’umidità, abbassando la temperatura del forno a 130°/140° per un’altra mezz’oretta…
IMGP4739.JPG
farle raffreddare bene e riporle in un sacchetto di plastica, durano fino ad anno se ben conservate…
IMGP4748.JPG
questa è la parte inferiore…
IMGP4750.JPG
IMGP4754.JPG
IMGP4760.JPG

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Pina e Lia del sito Provare per Gustare:
ricchi.JPG

PUCCETTE AI POMODORI SECCHI

Queste puccette, qui da me, vengono realizzate con la semola di grano duro, solo che io avevo della farina di farro da consumare e quindi ho voluto cambiare…Iinoltre il ripieno di solito viene realizzato con olive nere, mentre io ho preferito utilizzare i pomodori secchi…il risultato è stato buono e particolare…

INGREDIENTI (PER 10 PUCCETTE DA 30 GR):
-300 GR DI FARINA DI FARRO
-150 GR DI ACQUA TIEPIDA
-7 GR DI LIEVITO DI  BIRRA
-5 GR DI SALE
-5 GR DI MALTO (O ZUCCHERO)
-1 CUCCHIAIO D’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
-35 GR DI POMODORI SECCHI

Sciogliere il lievito ed il malto (o zucchero) nell’acqua tiepida. Su una
spianatoia, disporre la farina a fontana e versarvi al centro l’acqua con il
lievito, poca per volta, e mescolare fino ad avere un impasto elastico;
aggiungere anche il sale e l’olio e formare una palla, mettere l’impasto a lievitare,
coperto da un canovaccio umido, nel forno spento per un’ora e trenta, fino al raddoppio…



Intanto prendere i pomodori secchi lavati ed asciugati…

e tagliarli a strisce o a dadini, come si preferisce…

Una volta che l’impasto sarà lievitato per bene, sgonfiarlo
con le mani e, re-impastando, aggiungere i pomodori secchi…

formare tante palline irregolari, del peso di 30 gr. (più o meno)
e disporle su una teglia con carta forno…

far lievitare per altri 40-50 minuti…

infornare in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti…


Qui mentre seguo le briciole profumate…

mi avvicino sempre di più…

sempre di più…

e finalmente arrivo alla meta…

Il risultato finale sono dei panini rustici e profumati, che se ben
conservati, si mantengono bene per qualche giorno…

FARINATA DI CECI AL ROSMARINO

Una mia cara amica si è da tempo trasferita in Liguria, e mi parla spesso delle specialità culinarie che l’hanno colpita di  più…Tra queste c’è di sicuro la farinata di ceci, della quale io non conoscevo nemmeno l’esistenza….Grazie a lei posso dire di avere scoperto una ricetta fantastica. Lei mi ha detto che la ricetta base contempla: farina di ceci, olio d’oliva e sale, ma che a questa di solito vengono aggiunti altri ingredienti quali: rosmarino , stracchino, e verdure…Io ho provato a fare quella al rosmarino…L’unica accortezza è di non farla troppo spessa, altrimenti risulterà gommosa, lo spessore giusto è di pochi millimetri…

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

-150 GR DI FARINA DI CECI
-450 GR DI ACQUA
-5 GR DI SALE
-1/4 DI BICCHIERE DI OLIO D’OLIVA

Iniziare a mescolare la farina di ceci versando l’acqua a filo…

continuare fino ad esaurimento dell’acqua…il composto finale
sarà abbastanza liquido…

Coprire con un coperchio e far riposare per 10 ore, mescolando
di tanto in tanto…

Passato il tempo di riposo, togliere con un mestolo forato
la schiumetta superficiale che si sarà formata e aggiungere
il sale e due cucchiai d’olio, presi dal totale…

Versare il resto dell’olio in una teglia da forno, distribuirlo 
per bene e aggiungere anche il composto di farina di ceci…

Dare una mescolata ed aggiungere il rosmarino fresco, 
tagliato a pezzettini…

Mettere in forno preriscaldato a 200° per mezz’ora, o comunque
fino a doratura…

Questa è la farinata dopo dieci minuti di cottura…

…e dopo 20 minuti…

ed infine dopo mezz’ora…

Tagliare della forma desiderata e servire calda…io ho fatto
tanti piccoli rombi…

Di lato per vedere lo spessore…

e servita in un bel cartoncino…

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Kà del sito: LATORTA PENDENTE :

 

laltrafarina.png