TARALLINI AI SEMI DI FINOCCHIO

Prima di partire per Londra ho cucinato questi tarallini, non sono niente di eccezionale, sicuramente molti di voi già conosceranno la ricetta, ma mi faceva piacere pubblicare anche la mia versione…Per quanto riguarda la cottura ho dovuto provare varie volte prima di arrivare a quella giusta (la prima volta che li ho fatti qualche anno fa mi vennero morbidi) ma alla fine ci sono riuscita…per cui se non vi escono subito non scoraggiatevi…

INGREDIENTI:
-500 GR DI FARINA
-15 GR DI SALE FINO
-130 GR DI OLIO EXTRAVEGINE DI OLIVA
-150 GR DI VINO BIANCO
-1 CUCCHIAIO DI SEMI DI FINOCCHIO 

Mettere la farina a fontana su un tagliere e aggiungere l’olio, il vino
bianco tiepido, il sale i semi di finocchio se occorre un goccio d’acqua,
formare un panetto tondo e lasciarlo riposare per 40 minuti in una ciotola
coperta…

trascorso tale tempo prendere l’impasto, dividerlo in tre
parti e formare dei cordoncini spessi quanto il dito mignolo…

formare dei taralli della forma desiderata, io  vado molto di fantasia…

mettere sul fuoco una pentola con acqua e quando bolle
gettarvi due-tre tarallini per volta…

quando salgono a galla scolarli con un mestolo forato e
metterli ad aciugare su un panno per un quarto d’ora e
sistemarli su una teglia rivestita di carta forno…

una volta che il forno è ben caldo cuocere i tarallini fino a
completa doratura…

Purtroppo dei tarallini cotti ho solo questa foto perchè
ne ho preparata mezza dose e sono spariti subito…la prossima
volta che li faccio aggiungo anche le foto dell’interno per far vedere
la croccantezza… 

SALMONE AFFUMICATO

Tempo fa io e mio marito abbiamo visto un video su come fare il salmone affumicato in casa, solo che non siamo riusciti più a ritrovare il nome del sito, per cui non lo posso citare…Comunque ho provato a farlo e il sapore è identico a quello comprato…un bel risparmio per noi che lo mangiamo spesso!!!

Comperare dal pescivendolo un bel filetto di salmone (il nostro era 500gr) e deliscarlo…

pestare in un mortaio tre cucchiai di sale grosso e tre cucchiai
di zucchero di canna…

prendere una pirofila che possa contenere per intero il filetto
e mettere un sottile strato del composto di zucchero e sale…

mettere il salmone…

e ricoprirlo del rimanente composto di sale e zucchero…

coprire con pellicola per alimenti e porre in frigorifero
per 12 ore…

dopo il riposo in frigo…

tagliato a fettine sottili…

e sulle tartine…

a noi è piaciuto molto…