CIGNI DI PASTA CHOUX E PREMIO

Oggi è San Giuseppe ed è anche la festa del papà…di solito faccio le classiche zeppole, ma siccome quest’anno ne ho piene le orecchie e gli occhi, sono nelle pasticcerie e nei bar di tutta la città già da fine Febbraio, questa volta ho voluto cambiare….

Cominciare col preparare una crema pasticcera (la mia è la stessa ricetta utilizzata per la torta mimosa)…

Mentre questa si raffredda preparare la pasta choux io uso la seguente ricetta:

INGREDIENTI PASTA CHOUX:

-250 GR DI ACQUA
-UN PIZZICO DI SALE
-100 GR DI BURRO
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-150 GR DI FARINA

Mettere in una pentola l’acqua…

il burro a pezzetti, il pizzico di sale e la vanillina…

far sciogliere sul fuoco e portare a ebollizione…

…quindi togliere dal fuoco e incorporare la farina tutta in una
volta…

mescolare energicamente…

rimettere sul fuoco a fiamma media, girando di continuo
finchè la pasta inizia a sfrigolare, staccandosi per bene dalle
pareti della pentola, se la pentola è d’acciaio sul fondo si formerà
una leggera patina (in quel momento la pasta è pronta)…

Lasciare intiepidire ed aggiungere all’impasto quattro uova,
una alla volta, aspettando sempre che l’uovo precedente si sia
ben amalgamato all’impasto…

A questo punto trasferire il composto in una tasca da pasticciere
e, in una teglia rivestita da carta forno, formare tanti ovali…

ed altrettante “ESSE”…

Mettere in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti, poi
abbassare la temperatura a 180° fino a doratura, le
temperature variano da forno a forno, regolarsi con
il proprio…

Ecco i bignè (corpo dei cigni)…

e le esse (collo dei cigni)…

prendere un bignè e tagliarlo a metà, orizzontalmente…

prendere la parte superiore e dividerla a metà, per il lungo,
formando le alette del cigno…

riempire la parte inferiore di crema pasticcera (ma a proprio
gusto si può mettere anche crema al cioccolato o chantilly)…

e panna montata…

posizionare le alucce lateralmente…

ed infine collo…

ecco due cigni innamorati…

e all’improvviso nevica….

…e nevica…

e nevica sul loro amore…

Con questi cignetti faccio gli auguri a tutti i papà e a tutti
coloro che si chiamano Giuseppe, per il loro onomastico…

Ieri ho ricevuto questo bellissimo premio da Lady Boheme

 
Grazie mille lo accetto volentieri e lo giro a tutti coloro che lo vorranno prendere, è un premio molto dolce e colorato…

CHIACCHIERE

In questo periodo su blog e siti vari imperversano, com’è giusto che sia, chiacchiere, castagnole, bomboloni e chi più ne ha più ne metta…d’altronde se non si fanno in questo periodo dell’anno….Allora ho deciso di preparare le mie chiacchiere…la base di questa ricetta è quella dei cenci dell’Artusi a cui ho fatto delle mie aggiunte personali…

INGREDIENTI:
-250 GR DI FARINA
-2 UOVA
-1 CUCCHIAIO DI BRANDY
-20 GR DI BURRO
-40 GR DI ZUCCHERO
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-OLIO DI SEMI PER FRIGGERE
-UN PIZZICO DI SALE
-SCORZA GRATTUGIATA DI MEZZO LIMONE (MIA AGGIUNTA)
-UN CUCCHIAINO PIENO DI LIEVITO PER DOLCI (MIA AGGIUNTA)

Mescolare la farina setacciata ed il lievito,fare la fontana, rompervi al centro
le uova ed aggiungere il burro, la scorza di limone, lo zucchero, la vanillina,
il brandy ed il pizzico di sale ed impastare (se l’impasto dovesse sgretolarsi, a
piacere aggiungere un pò di vino bianco per compattarlo…a me non è servito,
ma molto dipende dalla capacità di assorbimento della farina). Alla fine uscirà fuori un
impasto morbido e liscio, formarvi una palla e lasciarla riposare in frigo per mezz’ora.

Questo è il mio impasto…

Dopo il riposo in frigo, aiutandosi con un mattarello o con una
macchina per fare la pasta, tirare una sfoglia abbastanza sottile
(in metà del mio impasto c’è una parvenza di scagliette di cioccolato,
che ho messo per prova)…

e con una rotella dentellata dare forma alle chiacchiere…

Friggere le chiacchiere ottenute in olio di semi abbondante,
scolarle e adagiarle su carta assorbente…

…una volta tiepide spolverizzarle di zucchero a velo…

Qui una chiacchiera solitaria…

PANNA COTTA CON SALSA MIELE E MENTA

Oggi avevo in frigo della panna in scadenza così ho deciso di fare la panna cotta…

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE:

-200 GR. DI PANNA FRESCA
-60 GR. DI LATTE
-50 GR. DI ZUCCHERO
-UNA BUSTINA DI VANILLINA
-1 FOGLIO E MEZZO DI COLLA DI PESCE
-MIELE
-SCIROPPO DI MENTA

mettere la colla di pesce ad ammollare in una ciotola con acqua fredda…
  
in un pentolino versare la panna, il latte, lo zucchero e
la vanillina…

portare sul fuoco a fiamma bassa e girare per far sciogliere
lo zucchero…quando lo zucchero si è sciolto far riscaldare
ancora un pò senza portare a bollore…


quando il composto è abbastanza caldo, togliere dal fuoco e incorporare
la colla di pesce ben strizzata…


mescolare per far sciogliere bene la colla di pesce e far raffreddare…

mentre il tutto si raffredda, in una ciotola mescolare quattro cucchiai
di miele con due cucchiai di sciroppo di menta e versare un cucchiaio
di composto in ogni bicchierino (i miei erano quattro)…

e riempirli con la panna cotta…

qui visti di lato…

mettere in frigorifero per almeno tre ore (io li preparo
la sera prima per il giorno dopo)…per sformarli passare 
la lama di un coltello attorno ai bordi dei bicchierini,
immergere la base per qualche istante  in acqua calda
e rivoltare su un piatto…

MACINE

Ciao ieri pomeriggio mi sono accorta di aver finito i biscotti per la colazione, all’improvviso ho avuto come una folgorazione e mi sono ricordata di aver visto, un pò di tempo fa, la ricetta delle Macine sul sito della M.B.
Così mi sono detta perchè non provarci???qualche minuto dopo ero già all’opera

INGREDIENTI:
-500 GR DI FARINA OO
-50 GR DI FECOLA DI PATATE
-150 GR DI ZUCCHERO A VELO
-1 UOVO
-100 GR DI BURRO
-100 GR DI MARGARINA
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-1 BUSTINA DI LIEVITO
-50 GR DI PANNA FRESCA
-UN PIZZICO DI SALE

io non avevo lo zucchero a velo, per cui me lo sono ricavato
da me frullando il classico zucchero semolato…una volta ottenuto
lo zucchero a velo ho fatto un impasto aggiungendo il resto degli ingredienti
(assicuratevi che burro e margarina siano a temperatura ambiente e mettetele a pezzetti)
otterrete un impasto come questo…

molto lavorabile e compatto…non necessita alcun riposo in frigo

ho acceso il forno a 180 gradi (io uso il non ventilato)…

e ho imburrarato una teglia da forno

e l’ho foderata di carta forno(il burro sulla teglia funge da colla sulla carta forno)…

poi ho steso l’impasto con il mattarello ad uno spessore di circa mezzo centimetro…
e ho iniziato a dare forma ai miei biscotti…

io ho utilizzato questo stampino trovato in un negozio di articoli
casalinghi…

poi li ho sistemati nella teglia e via in forno (io li ho messi a metà altezza) per 15 minuti…

….qui nel forno

…dopo la prima infornata…

nel porta biscotti carinisssimo comprato all’ikea questa estate…

e questa è la mia colazione di stamattina…

Devo dire che come primo tentativo sono abbastanza
soddisfatta, però la prossima volta voglio provare ad utilizzare
solo burro, senza la margarina.

P.S.:Con questa dose sono venuti fuori 60 biscotti

Fonti:sito della Mulino Bianco