ZUPPA DI COZZE AL ROSMARINO

Questa è un’altra di quelle ricette nate per caso. Quando mi sveglio la mattina, raramente so che cosa mangerò a pranzo, infatti la mia fonte d’ispirazione è il mercato della frutta e della verdura, accanto al quale c’è la mia pescheria di fiducia!!! Io mi adeguo in base a ciò che di fresco offre il mercato!!! L’altro giorno c’erano delle belle cozze settembrine, e con il freschetto di questi giorni avevo deciso di fare una bella zuppetta, la classica zuppa di cozze alla pugliese!!! Sono rientrata a casa tutta contenta e ho pulito il mio gruzzoletto di cozze nere…ma……ahimè, andando a riordinare gli ingredienti mi sono accorta che me ne mancava uno fondamentale (anche se lo sono tutti in realtà :-))….Ebbene sì mancava proprio MESSER il PREZZEMOLO!!!! Il mio stomaco brontolava e…cerca di qua cerca di là, le mie narici sono state inevitabilmente attratte da un odorino di rosmarino fresco, così mi sono detta:”Quasi quasi uso il rosmarino, male che vada butto via tutto!!!”…per non farla lunga alla fine mi sono buttata, ho provato questa zuppetta di cozze al rosmarino ed è stata un successo!!!! Per fortuna!!!!
IMGP4996.JPG

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:
  • 500 GR DI COZZE NERE
  • UNO SPICCHIO D’AGLIO
  • PEPERONCINO A PIACERE
  • 50 GR DI POMODORINI
  • DUE CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
  • DUE RAMETTI DI ROSMARINO
  • UN BICCHIERINO DA LIQUORE DI BRANDY

PROCEDIMENTO:

In una pentola larga, che possa contenere le cozze una volta aperte, mettere l’aglio a lamelle, l’olio, il rosmarino e peperoncino a piacere…
IMGP4930.JPG
quando il tutto inizia a sfrigolare e a rilasciare un soave profumino aggiungere le cozze già pulite…
IMGP4925.JPG
IMGP4933.JPG

coprire con un coperchio e far aprire le cozze a fiamma media, aggiungere il brandy e far sfumare…

IMGP4957.JPG
mettere le cozze, nel contenitore (io ne ho usato uno di terracotta che trattiene di più il calore) in cui saranno servite, precedentemente strofinato con uno spicchio d’aglio…
IMGP4972.JPG
togliere dalla pentola i rametti di rosmarino e filtrare il liquido rilasciato dalle cozze…

IMGP4975.JPG
rimetterlo in pentola e portarlo a bollore…
IMGP4983.JPG
aggiungere i pomodori tagliati a pezzetti e far appassire qualche istante a fiamma alta, facendo anche ridurre il tutto…
IMGP4986.JPG
versare il liquido direttamente sulle cozze e servire con due fettine di pane (magari abbrustolito)…
IMGP4996.JPG
IMGP5003.JPG

IMGP5027.JPG


RATATOUILLE

Tutte le volte che mi capita per le mani una ricetta dal titolo straniero, la prima cosa che faccio è cercare l’etimologia della parola…solo per curiosità!!! Il termine ratatouille deriva dall’occitano “ratatolha” che significa “rimestare”, “mescolare” (definizione presa da WIKIPEDIA), e questo spiega tutto; infatti la ricetta è un misto di verdure estive che vengono soffritte e mescolate spesso, per non farle bruciare. La ratatouille può essere servita come piatto unico, se accompagnata da carboidrati quali, pane, pasta o riso, oppure come gustoso contorno. Le verdure con le quali viene preparata sono: pomodori, cipolle, zucchine, peperoni, melanzane e aglio, io ho omesso la cipolla e il sapore è ugualmente molto buono, ma è bene sapere che la ricetta originale la prevede.

IMGP4884.JPG
INGREDIENTI PER DUE PERSONE:
  • DUE ZUCCHINE PICCOLE
  • UNA MELANZANA MEDIA
  • UN PEPERONE GIALLO MEDIO
  • UNA DECINA DI POMODORI CILIEGINI
  • OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
  • UNO SPICCHIO D’AGLIO
  • SALE Q.B.
  • BASILICO Q.B.

PROCEDIMENTO:

In una pentola mettere un filo d’olio…
IMGP4900.JPG
e uno spicchio d’aglio tagliato a lamelle e far soffriggere…
IMGP4905.JPG
appena inizia a sfrigolare aggiungere i peperoni tagliati a dadini piccoli…
IMGP4860.JPG
dopo un paio di minuti aggiungere le zucchine, tagliate a cubetti…
IMGP4853.JPG
ed infine le melanzane, anch’esse ridotte a cubetti…Far cuocere per 20/25 minuti a fiamma media, girando e spesso…
IMGP4859.JPG
aggiungere i pomodori a cubetti della stessa misura delle altre verdure, qualche fogliolina di basilico, salare e far cuocere per altri 10 minuti…
IMGP4861.JPG
Pronta….
IMGP4864.JPG
Far raffreddare per qualche minuto e servire…
IMGP4867.JPG
IMGP4873.JPG
IMGP4872.JPG

IMGP4888.JPG

IMGP4894.JPG

POMODORI AL PARMIGIANO


Quest’anno il mio orticello ha “sfornato” parecchi pomodorini!!! ciò mi ha reso felice, ma adesso ho un cruccio…come far fuori tutti quei pomodori??? dopo averli assaggiati sul pane tostato, aver fatto deliziosi sughetti era arrivato il momento di fare i pomodori al parmigiano!!! Ancora una volta per questa ricetta ho dovuto usare il forno…mi sono dovuta sacrificare!! ma il risultato finale è stato abbastanza soddisfacente!!! Per questa ricetta avete due alternative o svuotare dei semini l’interno dei pomodori oppure sceglierne un tipo poco succoso, infatti in cottura rilasciano molta acqua!!! Io li ho fatti molto semplici, solo parmigiano e scamorza affumicata, ma si possono arricchire con altri ingredienti quali il prosciutto cotto o anche la mozzarella, oppure si può pensare di condirli alla pizzaiola…Si possono mangiare come piatto unico mescolandoli con un piattino di pasta, oppure mangiarli a mò di contorno o antipastino…le alternative sono tante!!!

IMGP4596.JPG
INGREDIENTI PER UNA TEGLIA PICCOLA:
  • 250 GR DI POMODORINI CILIEGINI O DATTERINI
  • 20 GR DI PARMIGIANO
  • 50 GR DI SCAMORZA AFFUMICATA
  • BASILICO Q.B.
  • SALE
  • PEPE
  • OLIO

PROCEDIMENTO:

Tagliare in due i pomodori e metterli nella teglia da forno, con la parte tagliata rivolta verso l’alto (se si decide di svuotarli dai semini salarli e metterli al contrario per fargli perdere l’acquetta di vegetazione, dopo procedere come sopra)…
IMGP4576.JPG
condirli con sale, pepe, basilico a pezzetti e abbondante parmigiano…
IMGP4582.JPG
aggiungere anche due fettine sottili di scamorza affumicata, o altro formaggio a piacere…
IMGP4583.JPG
continuare a formare altri strati (a me ne sono venuti fuori tre) fino ad arrivare alla fine della teglia….
IMGP4586.JPG
condire l’ultimo strato con abbondante parmigiano e un filo d’olio…
IMGP4587.JPG
coprire con carta alluminio e mettere in forno caldo a 200° per 30 minuti, dopo togliere l’alluminio schiacciare i pomodori con un cucchiaio e far cuocere per altri 20 minuti, senza alluminio, per far gratinare…
IMGP4588.JPG
a metà cottura…
IMGP4593.JPG
IMGP4595.JPG
pronti!!! io non li faccio gratinare molto…anche se la prima volta che li ho assaggiati, in un ristorante, tra gli antipastini, erano un pò bruciacchiati…quindi la cottura è relativa!!!
IMGP4597.JPG
IMGP4601.JPG
IMGP4607.JPG

Volendo si possono mangiare anche freddi, ma per la presenza della scamorza consiglio di assaggiarli tiepidi!!!!

FUSILLI SPADA E PINOLI SU CONCASSE’ DI POMODORI

Ieri avevo voglia di un bel primo piatto di mare, e siccome avevo del pesce spada sotto mano mi è subito venuta in mente questa ricetta…

IMGP3585.JPG

 

Cominciamo dalla concassè…prendere due bei pomodori e tagliarli a croce dalla parte opposta al picciolo…

IMGP3528.JPG
tuffarli in acqua bollente, per pochi secondi…
IMGP3530.JPG
scolarli e trasferirli in un piatto con acqua fredda…
IMGP3535.JPG
spellarli, tagliarli in due e privarli dei semi e della polpa…
IMGP3543.JPG
tagliarli a cubetti, metterne da parte un cucchiaio
e condire il resto con sale e poco olio…
IMGP3545.JPG
prendere una manciata di pinoli (circa 10 gr.

a testa), tostarli in una pentola antiaderente e

mettere da parte…
IMGP3564.JPG
Mettere l’acqua per la pasta…prendere una bella
fetta di pesce spada e tagliarla a cubetti…
IMGP3546.JPG
fare un soffritto con olio e aglio, togliendo quest’ultimo
quando diventa scuro…
IMGP3550.JPG
aggiungere il pesce spada…
IMGP3552.JPG
quando avrà preso colore, unire anche il
cucchiaio di concassè messo da parte (quello
non condito) e salare…
IMGP3558.JPG
insaporire con basilico tritato (meglio fresco, il
mio, purtroppo era surgelato)…
IMGP3559.JPG
scolare la pasta (mettendo da parte un pò d’acqua
di cottura, da usare se la preparazione dovesse asciugarsi troppo)
e buttarla nella pentola del condimento…
IMGP3567.JPG
aggiungere anche i pinoli tostati…
IMGP3568.JPG
mescolare e servire…sul fondo del piatto
sistemare la concassè precedentemente
condita con sale ed olio…
IMGP3560.JPG
su di essa mettere la pasta…
IMGP3569.JPG
vista da un’altra prospettiva…
IMGP3582.JPG
IMGP3587.JPG

ZUPPA DI CECI

ceci,rosmarino,aglio,olio,pomodori

Questa zuppetta l’ho cucinata la settimana scorsa, quando io ed  Enrico pensavamo di essere tornati a Dicembre-Gennaio, per quanto faceva freddo!!!! Almeno lo stomaco lo abbiamo riscaldato!!! per fortuna che da un paio di giorni splende il sole e le temperature sono decisamente migliorate…

La sera prima della preparazione, mettere in ammollo, con un pò di bicarbonato, i ceci
(io faccio 50 gr a testa, da crudi)…
La mattina seguente sciacquarli velocemente e lessarli in acqua bollente per 3 ore (l’acqua
deve superare i ceci di 4 dita)…A fine cottura mettere un pò di sale….

In una pentola mettere un filo d’olio…

qualche ago di rosmarino…

e un bello spicchio d’aglio schiacciato ( il mio si è rotto mentre 
lo schiacciavo ;))…

far soffriggere per pochi minuti ed aggiungere i ceci, lessi
e scolati…

far insaporire per un paio di minuti ancora e aggiungere metà
acqua calda è metà acqua di pre-lessatura dei ceci. (l’acqua
deve superare di poco i ceci)…

portare a ebollizione, salare e aggiungere tre/ quattro pomodori
ciliegini divisi in quarti…

abbassare la fiamma al minimo, coprire e far cuocere per 
20 minuti…

Passato tale tempo frullare metà del composto con il minipimer
e continuare la cottura per altri 10/15 minuti…A cottura terminata
impiattare…

…Un bel tocco di colore…

…e l’immancabile filo d’olio extravergine d’oliva a crudo…

A piacere insieme al rosmarino, per aromatizzare, si può utilizzare
anche della salvia. Inoltre dopo aver frullato con il minipimer, si può
aggiungere un pò di pasta e mangiare un piatto unico sano e genuino.

 

MERLUZZO IMPANATO CON SALSA ALLA PIZZAIOLA

Ieri sera per cena avevo dei filetti di merluzzo e avevo deciso di farli alla pizzaiola…poi dalla fantasia del mio amore è nata questa ricetta…e come non accontentarlo se te lo chiede con quegli occhietti dolci?????

Prendere  i filetti di merluzzo, passarli nell’albume e poi
nel pangrattato, premendo bene per farlo aderire come
si deve…

Nel frattempo preparare la salsina…in una pentola mettere
l’olio…

l’aglio…

una decina di pomodorini tagliati a dadini…

un cucchiaino di capperi…

un cucchiaino di pinoli…

e mezzo bicchiere di vino bianco…

un pizzico di sale, coprire e far cuocere per 20 minuti…

Intanto preparare il pesce panato in precedenza…
si può cuocere al forno fino a doratura oppure friggerlo
in padella con un filo d’olio…

Dopo 20 minuti il condimento si presenterà cosi…

frullarlo per renderlo una salsina…

impiattare il tutto e servire…

CIME DI RAPE STUFATE

Stamattina al mercato della frutta e della verdura ho trovato le rape e ho ho deciso di farle stufate…In Puglia ogni famiglia ha la sua versione personale per questa ricetta…questa è quella che uso io…

Pulire le rape scartando le foglie esterne più grosse e
tenere le cime e qualche fogliolina più piccola…lavarle per
almeno tre o quattro volte…

metterle ancora grondanti d’acqua in una pentola, aggiungere
mezzo bicchiere d’acqua e mettervi sopra un coperchio (oppure un piatto)
di diametro inferiore rispetto alla pentola…

far cuocere a fiamma media per 15/20 minuti…trascorso tale
tempo prendere la pentola e premendo sul coperchio scolare
tutta l’acqua che avranno rilasciato le rape (questa procedura
serve per fargli perdere l’amaro)…si presenteranno così…

a questo punto condire le rape con due spicchietti d’aglio
schiacciati…

due/tre foglioline d’alloro fresco…

qualche rondella di porro (o cipolla)…

due pomodorini ciliegini tagliati in quattro (io ho messo un
unico pomodoro grosso tagliato in spicchi)…

due cucchiai d’olio extravergine d’oliva e mezzo bicchiere di
vino bianco, naturalmente salare e mescolare…rimettere
nuovamente il coperchio e porre sul fuoco a fiamma bassissima
finchè non si sarà consumato tutto il vino…a me è servita un’ora
e mezza…alla fine assumeranno questo aspetto…

qui nella terrina di terracotta…

con una fettina di pane alle fibre…

Co questa ricetta partecipo alla raccolta: http://pensieriedolcezze.blogspot.com/2010/01/raccolta-in-forma-con-gusto.html

                                                     Raccolta "In forma con gusto"

CESTINI DI PASTA FILLO CON CAPRESE

L’altro giorno ero al supermercato a fare la spesa e ho visto la pasta fillo in offerta, così l’ho comprata ed oggi ho realizzato questo antipastino…

Sciogliere una noce di burro…io l’ho sciolto al microonde…

pennellare con il burro uno stampino da muffin messo al
contrario su una teglia da forno e metterci sopra un quadratino
di pasta fillo…pennellare con altro burro fuso…

…e mettere sopra un altro quadratino di pasta fillo in modo da
ottenere questo risultato…

mettere in forno preriscaldato a 180° per cinque minuti, fino
a doratura…

far raffreddare e togliere il cestino dallo stampo…

…altra visuale…

tagliare la mozzarella a dadini, la mia era di bufala…

tagliare anche i pomodorini a spicchi, senza staccarli gli uni
dagli altri, io ne ho create due file…

mettere le file di pomodorini all’interno del cestino, tutt’intorno…

…ora tocca ai dadini di bufala…

…un pizzico di sale, origano e giretto d’olio extravergine…
e naturalmente foglioline di basilico…

il basilico che fuoriesce…

 

PENNETTE POMODORINI, PINOLI E BASILICO

Domenica a pranzo io e mio marito eravamo da soli, così ho preparato questo primo sfiozioso ma soprattutto veloceeeee……

Prendere una decina di pomodori ciliegini…

e tagliarli in quarti…

…prendere una pentola anti-aderente e versare un goccio d’olio…

…i pomodorini…

qualche rondella di porro…

uno spicchio d’aglio intero (che poi andrà tolto)…

un cucchiaio di pinoli e qualche fogliolina di basilico…

mettere sul fuoco a fiamma media per una decina di minuti,
salando a metà cottura…

impiattare…

a piacere si può servire con qualche scaglietta di grana o
parmigiano…