MUFFINS ZENZERO E VANIGLIA

Di solito il pomeriggio faccio merenda con uno o due frutti di stagione, sono talmente tanto dolci (soprattutto quelli estivi) che non ho bisogno d’altro per sentirmi soddisfatta!!! ma ieri mio marito è stato al lavoro tutto il giorno, e così, per consolarmi, la mattina ho preparato questi dolcissimi muffins!!! Non si sa con certezza se la parola “muffin” derivi dal francese “mouflet”, che significa “morbido”, “soffice”, oppure dal tedesco “muffen”, che significa “piccola torta”. In effetti i muffins sono proprio delle piccole torte, la cui caratteristica principale è  quella di mantenersi soffici per qualche giorno. Un’altra curiosa particolarità è la forma che questi assumono dopo la cottura, infatti l’impasto fuoriesce dallo stampino fino a formare una cupoletta molta carina da vedere, per cui, una volta sformati questi dolcetti sembrano dei funghetti!! Un’altra cosa interessante, che non tutti sanno, è che i muffins inglesi sono diversi da quelli americani…infatti i primi sono fatti con il lievito di birra e sono piuttosto piatti, mentre i secondi sono fatti con il lievito per dolci e sono più gonfi e lievitati, proprio come li conosciamo noi!!! Per una buona riuscita dei muffins occorre seguire alcune regole…innanzi tutto si mescolano separatamente gli ingredienti secchi e quelli umidi, poi si uniscono i due composti. L’impasto finale non deve essere lavorato a lungo, non appena tutti gli ingredienti sono amalgamati, il composto si trasferisce negli stampini!!! Possono essere realizzati di varie dimensioni e aromatizzati in vari modi: arancia, limone, mirtilli, cannella, gocce di cioccolato, mela, avena, frutta secca, cocco…io ho scelto l’abbinamento vaniglia-zenzero, che mi piace particolarmente in questo periodo!!! Ne esistono anche delle ottime versioni salate!!!

IMGP5151.JPG

INGREDIENTI PER 8-10 MUFFINS:

  • 250 GR DI FARINA 00
  • 90 GR DI OLIO DI SEMI (OPPURE 110 GR. DI BURRO SCIOLTO)
  • 190 DI ZUCCHERO
  • 1/2 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
  • 120 ML DI LATTE
  • 2 UOVA MEDIE
  • UN CUCCHIAO DI ZENZERO IN POLVERE
  • SEMI DI MEZZA BACCA DI VANIGLIA
  • UN PIZZICO DI SALE

PREPARAZIONE:

In coppa una mettere farina, zucchero, sale e zenzero…

IMGP5098.JPG
e mescolare…
IMGP5099.JPG
In un’altra coppa mettere olio (o burro sciolto), uova, latte e semi di vaniglia…
IMGP5100.JPG
e mescolare…
IMGP5101.JPG
unire i due composti versando a poco a poco l’impasto umido in quello secco…
IMGP5102.JPG
il composto finale, molto denso…
IMGP5104.JPG
Con l’aiuto di un cucchiaio versare l’impasto in stampi da muffins imburrati e infarinati, avendo cura di riempirli solo per due terzi…
IMGP5105.JPG
Mettere in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti…
IMGP5106.JPG
Prontiii….
IMGP5111.JPG
Alcuni li ho dovuti “caricare” e “scaricare”…
IMGP5124.JPG
mentre altri hanno fatto un “giro turistico” della mia cucina…
IMGP5130.JPG
…un altro “monello” si è messo il “cappello”…
IMGP5131.JPG
ma alla fine sono riuscita a metterli tutti in riga!!!
IMGP5139.JPG
e questo è l’interno morbidoso…
IMGP5146.JPG

Con questa ricetta partecipo al contest di Marta, Margherita e Martina del sito MMM:
birthday-cupcake.jpg

TORTINO TRILOGY D’ESTATE

Negli ultimi periodi, causa temperature metereologiche troppo elevate, non sono stata troppo dietro ai fornelli…infatti io e mio marito abbiamo mangiato, per lo più, cibi poco elaborati ma soprattutto molto freschi e digeribili!!! Ma l’altro giorno c’è stato un bell’ abbassamento delle temperature (addirittura ha fatto un temporale) ed io ne ho approfittato per far funzionare il mio caro amico forno, che è sempre meglio tenere attivo (altrimenti mi s’impigrisce troppo e poi non lavora bene!!!! 😉 )…Questo tortino ce l’ho in mente da parecchio tempo, mi serviva solo la scusa per realizzarlo…beh questa scusa me l’ha fornita la cara amica Alessia del sito In cucina con la sposa del vento, che ringrazio di vero cuore per aver organizzato il suo bellissimo concorso sulla vaniglia…io in pratica l’adoro!!! la metto ovunque, anche nello zucchero (faccio essiccare la bacca e la frullo con lo zucchero…mmm) e poi ci dolcifico il caffè!!!!…Questo tortino è formato, come dice il nome stesso, da tre strati: partendo dal basso abbiamo un biscuit al cioccolato (simile a quello che usa per i rotoli) sormontato da uno strato di panna cotta alla vaniglia (ma si può mettere anche del semifreddo alla vaniglia, oppure una mousse o ancora una spuma) e per finire in bellezza abbiamo un bel cappuccio di gelée alla pesca (che può essere sostituito da qualsiasi altro frutto)….Siccome è un dolce estivo ho optato per una panna cotta (che a me dà un’idea più fresca rispetto ai semifreddi o alle mousse, che mi ricordano un pò l’inverno) e una gelée alla frutta…

IMGP4380.JPG

INGREDIENTI PER IL BISCUIT AL CIOCCOLATO (STAMPO DA CIRCA 10 CM DI DIAMETRO):

  • 2 UOVA MEDIE
  • 20 GR DI ZUCCHERO A VELO
  • 10 GR DI CACAO AMARO IN POLVERE O CIOCCOLATO FONDENTE TRITATO
  • 20 GR DI FARINA
  • 5 GR DI SALE FINO

PROCEDIMENTO PER IL BISCUIT:

Montare le uova con lo zucchero setacciato ed un pizzico di sale…

IMGP4342.JPG

…fino ad ottenere un composto spumoso…

IMGP4343.JPG

aggiungere il cacao e la farina mescolati e setacciati e mescolare dal basso verso l’alto per non smontare il composto…

IMGP4344.JPG

mettere l’impasto ottenuto in una sacca da pasticceria e formare, su una teglia rivestita di carta forno, dei cerchi del diametro del tortino…
IMGP4346.JPG

far cuocere in forno caldo a 180° per 10 minuti e coprire il biscuit con un panno umido fino a raffreddamento…
INGREDIENTI PER LA PANNA COTTA ALLA VANIGLIA:
  • 125 GR DI LATTE INTERO
  • 125 DI PANNA FRESCA
  • 25 GR DI ZUCCHERO A VELO
  • POCO MENO DI MEZZA BACCA DI VANIGLIA
  • 3 GR DI COLLA DI PESCE
PROCEDIMENTO:
Con un coltello incidere la bacca di vaniglia…
IMGP4020.JPG
mettere in ammollo per 10 minuti in acqua fredda, la colla di pesce…porre sul fuoco latte, panna e bacca di vaniglia, portare ad ebollizione e far riposare qualche minuto, togliere la bacca…
IMGP4023.JPG

strizzare la colla di pesce ed aggiungerla al composto, mescolare in maniera tale da farla sciogliere, far riposare un attimo…

Con un coppa-pasta sistemare i contorni del biscuit al cioccolato, oramai freddo…

IMGP4368.JPG

mettere dei pezzetti di acetato intorno al coppa-pasta, posizionare sul fondo la base di biscuit e versare la panna cotta…far rassodare in freezer per un’oretta…
IMGP4369.JPG

INGREDIENTI PER LA GELEE ALLA PESCA:
  • 230 GR DI PESCHE
  • 100 GR DI ZUCCHERO (DIPENDE ANCHE DALLA DOLCEZZA DELLA FRUTTA)
  • POCHE GOCCE DI SUCCO DI LIMONE
  • UN CUCCHIAIO DI ACQUA
  • 3 GR DI COLLA DI PESCE
PROCEDIMENTO:
Tagliare a cubetti le pesche (un paio piccole), e tritarne la polpa al frullatore…mettere in ammollo la colla di pesce in ammollo in acqua fredda…
IMGP4376.JPG

porre in un pentolino la polpa di pesca, l’acqua, il limone e lo zucchero e far riscaldare senza portare a bollore, togliere dal fuoco e aggiungere la colla di pesce ben strizzata, mescolare per fare sciogliere…togliere dal freezer il tortino e versare la gelée sulla panna cotta alla vaniglia, ormai solidificata…mettere nuovamente in freezer per 10 minuti e poi in frigo per 12 ore…servire…io l’ho ingentilito con qualche decorazione di caramello…
IMGP4382.JPG
IMGP4395.JPG

IMGP4381.JPG
IMGP4396.JPG

qualche particolare delle decorazioni di caramello…
IMGP4400.JPG
IMGP4402.JPG
IMGP4404.JPG

…e dell’interno…
IMGP4425.JPG
IMGP4432.JPG

qualche immagine speculare…
IMGP4444.JPG
IMGP4438.JPG

Con questa ricetta partecipo al concorso, indetto da Alessia del sito IN CUCINA CON LA SPOSA DEL VENTO: VANILLA COOKING-IN CUCINA CON VANIGLIA
vaniglia.jpg

 

ROSTINI DI PATATE

Il rosti è un contorno svizzero composto prevalentemente da patate. La ricetta classica prevede solo patate, ma nella maggior parte dei casi, questo piatto viene ingolosito con erbe aromatiche, speck, pancetta e addirittura formaggio….Sicuramente rappresenta il contorno ideale per accompagnare piatti di carne o uova…ma, se preparato in porzioni più abbondanti e condito con lo speck o il formaggio, può rappresentare un ottimo piatto unico…Io l’ho preparato con l’aggiunta di erbe aromatiche, in particolare basilico e rosmarino, ed invece di fare un unico composto ho optato per dei mini rosti ;)-

IMGP4129.JPG

INGREDIENTI PER 4 ROSTINI:

  • 300 GR DI PATATE
  • UN CUCCHIAIO DI FARINA
  • UN PIZZICO DI SALE
  • BASILICO E ROSMARINO TRITATI, A PIACERE

PROCEDIMENTO:

Pelare le patate…

IMGP4096.JPG

grattugiarle o tritarle…

IMGP4098.JPG

aggiungere il sale, le erbe aromatiche e mescolare il composto…

IMGP4103.JPG
IMGP4105.JPG
aggiungere anche la farina e mescolare…
IMGP4106.JPG

ungere una pentola anti-aderente di olio e porla sul fuoco; quando è bella calda, con l’aiuto di un cucchiaio o delle mani, formare tanti dischetti delle stesse dimensioni e farli cuocere 5 minuti per lato, fino a farli ben dorare…
IMGP4107.JPG
IMGP4115.JPG

farli raffreddare per pochi minuti e servire…
IMGP4119.JPG
IMGP4126.JPG
IMGP4139.JPG
IMGP4142.JPG

BISCOTTI AL VINO BIANCO E ZUCCHERO DI CANNA

farina,zucchero di canna,lievito,olio di semi,vino bianco

Questi biscottini mi sono venuti in mente quando, pochi giorni fa, sono andata nel mio panificio di fiducia e li ho visti nel cestino degli assaggini…Non sono i classici biscottini da latte ma sono ottimi da sgranocchiare dopo il caffè o anche a merenda; sono perfetti per chi non ama i dolci troppo zuccherati e sono anche l’ideale per chi soffre di alcune intolleranze alimentari, infatti sono privi di burro, latte e uova…La ricetta originale prevede lo zucchero semolato ma io ho usato lo zucchero di canna, che gli conferisce un sapore più rustico…

INGREDIENTI PER 30 BISCOTTI:
  • 500 GR DI FARINA 00
  • 150 GR DI VINO BIANCO O ROSSO
  • 150 GR DI OLIO DI SEMI
  • 180 GR DI ZUCCHERO DI CANNA GREZZO
  • MEZZA BUSTINA DI LIEVITO
  • UN PIZZICO DI SALE
PROCEDIMENTO:
Mescolare la farina con lo zucchero…
IMGP3903.JPG
aggiungere l’olio di semi…
IMGP3904.JPG
il pizzico di sale, il lievito ed infine il vino bianco poco per volta…
IMGP3907.JPG
se dovesse servire altra farina aggiungerla; formare un impasto
e farlo riposare in frigorifero, coperto da pellicola, per 20 minuti…
IMGP3909.JPG
a questo punto creare dei biscottini della forma desiderata…
IMGP3911.JPG
cospargerli, solo da un lato, di zucchero semolato, e sistemarli
in una teglia coperta da carta forno, con la base zuccherata disposta
verso l’alto…
IMGP3913.JPG
mettere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti, attenzione
a non farli dorare troppo altrimenti induriscono….
IMGP3933.JPG
IMGP3947.JPG
IMGP3919.JPG
farina,zucchero di canna,lievito,olio di semi,vino bianco

 

 

STELLINE LIMONE E MENTA

Dopo questa prolungata assenza, durata quasi venti giorni, eccomi di ritorno…pensavate di esservi liberati di me eh??? ed invece no!!!! A parte gli scherzi, ci sono stati dei problemi di salute di mio marito che per fortuna si stanno risolvendo, anche se psicologicamente ci portiamo ancora dietro gli strascichi, ma l’importante è andare avanti ed avere tanta fede…L’altro ieri avevo qualche minuto di tempo ed ho potuto dedicarmi un pò alla cucina; La mia idea iniziale era di fare dei semplici biscottini di frolla aromatizzati al limone e menta, ma quando sono andata al supermercato per comperare gli ingredienti, nel banco frigo ho visto uno yogurt, di una nota marca, proprio al gusto di limone e menta, quindi ho pensato di aggiungere nell’impasto qualche cucchiaiata di quello…ma…quando mi sono messa a preparare l’impasto, ahimè, ho notato che avevo finito il burro e quindi alla fine ho preparato questi biscottini limone-menta, sostituendo il burro con lo yogurt…E pensare che ero partita da tutt’altra ricetta!!!! 

INGREDIENTI:

-250 GR DI FARINA 00

-125 GR DI YOGURT LIMONE MENTA (O ALTRO GUSTO A PIACERE)

-UN PIZZICO DI SALE

-100 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO

-UN CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI (FACOLTATIVO, IO L’HO MESSO E SONO USCITI BELLI ALTI!!!)

-UN UOVO MEDIO

– A PIACERE UN CUCCHIAIO D’OLIO (IO NON L’HO MESSO)

Pesare e setacciare la farina…

IMGP3438.JPG 

aggiungere il lievito, un pizzico di sale e fare la fontana…

IMGP3445.JPG

 mescolare con la punta delle dita fino ad avere un composto sbricioloso…

IMGP3447.JPG

  aggiungere l’uovo e lo zucchero…

IMGP3449.JPG

continuare a mescolare energicamente fino ad avere questo impasto..

IMGP3452.JPG

 metterlo nella pellicola per alimenti e lasciare riposare in frigo almeno 1 ora…

IMGP3453.JPG
Dopo il riposo in frigo stenderlo con il mattarello…
IMGP3455.JPG
e dare forma ai biscotti…
IMGP3460.JPG
IMGP3463.JPG
IMGP3465.JPG
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti…
IMGP3486.JPG
IMGP3487.JPG
IMGP3490.JPG
I miei sono usciti belli alti grazie al lievito…
IMGP3492.JPG
IMGP3497.JPG
IMGP3511.JPG
IMGP3519.JPG
La consistenza finale è morbida e queste stelline possono essere mangiate al naturale oppure possono essere farcite con marmellata o nutella…Il loro aspetto è delicato ma il sapore e deciso e fresco, grazie all’aroma di limone e menta…
Colgo l’occasione per ringraziare coloro i quali hanno avuto riguardo per me in questi giorni e si sono preoccupati per la mia assenza, continuando a passare dal mio blog…

POLPETTE DI MERLUZZO SU SALSA DI POMODORI SECCHI E PREMIO

Oggi avevo del merluzzo e per ingolosirlo un pò, ho deciso di trasformarlo in deliziose polpettine…la ricetta l’ho inventata al momento, in base agli ingredienti che avevo in frigo e per non rovinare il sapore unico del merluzzo non ho aggiunto uova, ma per modellare l’impasto mi sono aiutata con un pò di farina. Per quanto riguarda la cottura io le ho fritte ma si possono anche soffriggere o perchè no…cucinarle al vapore…a voi la scelta…Intanto, dal momento che la ricetta me la sono inventata di sana pianta, spero vi piaccia almeno un pò…

INGREDIENTI:

PER LE POLPETTE DI MERLUZZO:

-150 DI FILETTI DI MERLUZZO 
-MEZZO SPICCHIO D’AGLIO (FACOLTATIVO)
-PREZZEMOLO TRITATO
-SCORZA GRATTUGIATA DI MEZZO LIMONE
-UN CUCCHIAIO DI FARINA
-SALE E PEPE Q.B.
-OLIO PER LA FRITTURA

PER LA SALSA DI POMODORI SECCHI:

-4 POMODORI SECCHI
-UN CUCCHIAIO D’OLIO EXTRAVERGINE
-UN PIZZICO DI SALE
-UN CUCCHIAIO DI SUCCO DI LIMONE
-ACQUA Q.B.

Prendere i filetti di merluzzo…

e tritarli grossolanamente con un coltello oppure con il
frullatore (io coltellaccio!!!)…

metterlo in una coppa ed aggiungere un pizzico di sale e
prezzemolo tritato a piacere…

…la scorza di limone grattugiata…

un bel cucchiaio pieno di farina e mezzo spicchio d’aglio tritato
(io non l’ho messo)…

impastare fino ad avere un composto morbido ma plasmabile,
eventualmente si può aggiungere un altro pò di farina…

Formare delle polpettine della grandezza desiderata…

a me ne sono venute fuori sette, di questa grandezza…

…mettere sul fuoco l’olio e aspettare che arrivi
a temperatura…

io mentre aspettavo ho avuto una delle mie solite idee…

Avevo del riso Venere pre-lessato e ho pensato bene di
farne qualcuna in crosta…il sapore era
ottimo…ma far attaccare il riso sulle polpette senza l’uovo
è stato abbastanza faticoso…

quando l’olio sarà pronto friggere le polpettine…

scolarle su carta assorbente, farle intiepidire un attimo e
mangiarle….io le ho servite con una salsa ottenuta
frullando, a freddo, 3/4 pomodori secchi, un cucchiaio di 
olio extra-vergine d’oliva, un pizzico di sale, un cucchiaio
di succo di limone e acqua quanto basta ad ottenere una 
consistenza morbida….Eccole nel piatto…

 

ho messo anche un pò di prezzemolo per dare più colore…

Qui si vede meglio l’interno…

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Nanny: PIOVONO POLPETTE:

                                               

                                          

Inoltre volevo ringraziare la cara Lady Boheme per avermi pensata anche questa volta, donandomi questo premio che dono a tutti voi che passate di qui…

 

                                                  

CIGNI DI PASTA CHOUX E PREMIO

Oggi è San Giuseppe ed è anche la festa del papà…di solito faccio le classiche zeppole, ma siccome quest’anno ne ho piene le orecchie e gli occhi, sono nelle pasticcerie e nei bar di tutta la città già da fine Febbraio, questa volta ho voluto cambiare….

Cominciare col preparare una crema pasticcera (la mia è la stessa ricetta utilizzata per la torta mimosa)…

Mentre questa si raffredda preparare la pasta choux io uso la seguente ricetta:

INGREDIENTI PASTA CHOUX:

-250 GR DI ACQUA
-UN PIZZICO DI SALE
-100 GR DI BURRO
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-150 GR DI FARINA

Mettere in una pentola l’acqua…

il burro a pezzetti, il pizzico di sale e la vanillina…

far sciogliere sul fuoco e portare a ebollizione…

…quindi togliere dal fuoco e incorporare la farina tutta in una
volta…

mescolare energicamente…

rimettere sul fuoco a fiamma media, girando di continuo
finchè la pasta inizia a sfrigolare, staccandosi per bene dalle
pareti della pentola, se la pentola è d’acciaio sul fondo si formerà
una leggera patina (in quel momento la pasta è pronta)…

Lasciare intiepidire ed aggiungere all’impasto quattro uova,
una alla volta, aspettando sempre che l’uovo precedente si sia
ben amalgamato all’impasto…

A questo punto trasferire il composto in una tasca da pasticciere
e, in una teglia rivestita da carta forno, formare tanti ovali…

ed altrettante “ESSE”…

Mettere in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti, poi
abbassare la temperatura a 180° fino a doratura, le
temperature variano da forno a forno, regolarsi con
il proprio…

Ecco i bignè (corpo dei cigni)…

e le esse (collo dei cigni)…

prendere un bignè e tagliarlo a metà, orizzontalmente…

prendere la parte superiore e dividerla a metà, per il lungo,
formando le alette del cigno…

riempire la parte inferiore di crema pasticcera (ma a proprio
gusto si può mettere anche crema al cioccolato o chantilly)…

e panna montata…

posizionare le alucce lateralmente…

ed infine collo…

ecco due cigni innamorati…

e all’improvviso nevica….

…e nevica…

e nevica sul loro amore…

Con questi cignetti faccio gli auguri a tutti i papà e a tutti
coloro che si chiamano Giuseppe, per il loro onomastico…

Ieri ho ricevuto questo bellissimo premio da Lady Boheme

 
Grazie mille lo accetto volentieri e lo giro a tutti coloro che lo vorranno prendere, è un premio molto dolce e colorato…

GNOCCHI AL MIELE E ROSMARINO

Ogni volta che preparo gli gnocchi sorrido, pensando al modo in cui ho imparato a farli…Prima di sposarmi non avevo un buon rapporto con il cibo, ragion per cui non ho mai voluto imparare a cucinare…Però dopo il matrimonio, per forza di cose, ho dovuto rimboccarmi le maniche…Ma in realtà la passione vera e propria per la cucina mi è venuta quando mio marito, per motivi lavorativi, è stato un mese fuori sede…Ed una delle prime cose che ho imparato a cucinare, non è stata nemmeno la pasta fatta in casa, ma gli GNOCCHI DI PATATE…chissà perchè ho voluto cominciare proprio da loro…Il condimento inizialmente doveva essere un semplice sughetto al pomodoro, però mentre impastavo mi è venuto in mente un flash: miele-rosmarino, continuavo a pensare e alla fine ho provato…il risultato è stato un sapore molto particolare e gradevole, piuttosto sul dolce…sicuramente non è una ricetta per chi non ama gli accostamenti particolari… 

Cominciare a preparare gli gnocchi…

Lessare 500 grammi di patate, con la buccia, per 35/40 minuti…
Appena pronte togliere subito la buccia e passarle allo schiacciapatate,
mettere su una spianatoia, aggiungere 125 grammi di farina o anche un
pò di più se l’impasto lo richiedesse, un pizzico di sale ed un uovo…
Impastare fino ad avere una consistenza liscia ed elastica ma non appiccicosa…

Formare dei cilindretti piuttosto sottili…

e ricavarvi dei pezzettini di pasta di 2/ 3 cm di lunghezza…

A questo punto si possono lasciare così, oppure si possono
rigare usando l’apposito attrezzo, o anche il retro di una grattugia
oppure, come ho fatto io, i rebbi di una forchetta…

Una volta pronti lasciarli asciugare, fino al momento di
cuocerli, su una spianatoia infarinata…

Preparare il condimento mettendo in una penrola una noce
di burro…

qualche aghetto di rosmarino…

un cucchiaio di miele…

e far sciogliere tutto…

Immergere gli gnocchi in acqua bollente salata, e quando
vengono a galla scolarli con una schiumarola, mettendoli
direttamente nella pentola del condimento. Mescolare per
qualche minuto a fiamma media, per far amalgamare i
sapori e comporre il piatto…

Io ci ho messo anche una spolverata di nocciole tritate
molto finemente…qui visti dall’alto…

qui da vicino…

CHIACCHIERE

In questo periodo su blog e siti vari imperversano, com’è giusto che sia, chiacchiere, castagnole, bomboloni e chi più ne ha più ne metta…d’altronde se non si fanno in questo periodo dell’anno….Allora ho deciso di preparare le mie chiacchiere…la base di questa ricetta è quella dei cenci dell’Artusi a cui ho fatto delle mie aggiunte personali…

INGREDIENTI:
-250 GR DI FARINA
-2 UOVA
-1 CUCCHIAIO DI BRANDY
-20 GR DI BURRO
-40 GR DI ZUCCHERO
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-OLIO DI SEMI PER FRIGGERE
-UN PIZZICO DI SALE
-SCORZA GRATTUGIATA DI MEZZO LIMONE (MIA AGGIUNTA)
-UN CUCCHIAINO PIENO DI LIEVITO PER DOLCI (MIA AGGIUNTA)

Mescolare la farina setacciata ed il lievito,fare la fontana, rompervi al centro
le uova ed aggiungere il burro, la scorza di limone, lo zucchero, la vanillina,
il brandy ed il pizzico di sale ed impastare (se l’impasto dovesse sgretolarsi, a
piacere aggiungere un pò di vino bianco per compattarlo…a me non è servito,
ma molto dipende dalla capacità di assorbimento della farina). Alla fine uscirà fuori un
impasto morbido e liscio, formarvi una palla e lasciarla riposare in frigo per mezz’ora.

Questo è il mio impasto…

Dopo il riposo in frigo, aiutandosi con un mattarello o con una
macchina per fare la pasta, tirare una sfoglia abbastanza sottile
(in metà del mio impasto c’è una parvenza di scagliette di cioccolato,
che ho messo per prova)…

e con una rotella dentellata dare forma alle chiacchiere…

Friggere le chiacchiere ottenute in olio di semi abbondante,
scolarle e adagiarle su carta assorbente…

…una volta tiepide spolverizzarle di zucchero a velo…

Qui una chiacchiera solitaria…

TARALLINI AI SEMI DI FINOCCHIO

Prima di partire per Londra ho cucinato questi tarallini, non sono niente di eccezionale, sicuramente molti di voi già conosceranno la ricetta, ma mi faceva piacere pubblicare anche la mia versione…Per quanto riguarda la cottura ho dovuto provare varie volte prima di arrivare a quella giusta (la prima volta che li ho fatti qualche anno fa mi vennero morbidi) ma alla fine ci sono riuscita…per cui se non vi escono subito non scoraggiatevi…

INGREDIENTI:
-500 GR DI FARINA
-15 GR DI SALE FINO
-130 GR DI OLIO EXTRAVEGINE DI OLIVA
-150 GR DI VINO BIANCO
-1 CUCCHIAIO DI SEMI DI FINOCCHIO 

Mettere la farina a fontana su un tagliere e aggiungere l’olio, il vino
bianco tiepido, il sale i semi di finocchio se occorre un goccio d’acqua,
formare un panetto tondo e lasciarlo riposare per 40 minuti in una ciotola
coperta…

trascorso tale tempo prendere l’impasto, dividerlo in tre
parti e formare dei cordoncini spessi quanto il dito mignolo…

formare dei taralli della forma desiderata, io  vado molto di fantasia…

mettere sul fuoco una pentola con acqua e quando bolle
gettarvi due-tre tarallini per volta…

quando salgono a galla scolarli con un mestolo forato e
metterli ad aciugare su un panno per un quarto d’ora e
sistemarli su una teglia rivestita di carta forno…

una volta che il forno è ben caldo cuocere i tarallini fino a
completa doratura…

Purtroppo dei tarallini cotti ho solo questa foto perchè
ne ho preparata mezza dose e sono spariti subito…la prossima
volta che li faccio aggiungo anche le foto dell’interno per far vedere
la croccantezza…