PUCCETTE AI POMODORI SECCHI

Queste puccette, qui da me, vengono realizzate con la semola di grano duro, solo che io avevo della farina di farro da consumare e quindi ho voluto cambiare…Iinoltre il ripieno di solito viene realizzato con olive nere, mentre io ho preferito utilizzare i pomodori secchi…il risultato è stato buono e particolare…

INGREDIENTI (PER 10 PUCCETTE DA 30 GR):
-300 GR DI FARINA DI FARRO
-150 GR DI ACQUA TIEPIDA
-7 GR DI LIEVITO DI  BIRRA
-5 GR DI SALE
-5 GR DI MALTO (O ZUCCHERO)
-1 CUCCHIAIO D’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
-35 GR DI POMODORI SECCHI

Sciogliere il lievito ed il malto (o zucchero) nell’acqua tiepida. Su una
spianatoia, disporre la farina a fontana e versarvi al centro l’acqua con il
lievito, poca per volta, e mescolare fino ad avere un impasto elastico;
aggiungere anche il sale e l’olio e formare una palla, mettere l’impasto a lievitare,
coperto da un canovaccio umido, nel forno spento per un’ora e trenta, fino al raddoppio…



Intanto prendere i pomodori secchi lavati ed asciugati…

e tagliarli a strisce o a dadini, come si preferisce…

Una volta che l’impasto sarà lievitato per bene, sgonfiarlo
con le mani e, re-impastando, aggiungere i pomodori secchi…

formare tante palline irregolari, del peso di 30 gr. (più o meno)
e disporle su una teglia con carta forno…

far lievitare per altri 40-50 minuti…

infornare in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti…


Qui mentre seguo le briciole profumate…

mi avvicino sempre di più…

sempre di più…

e finalmente arrivo alla meta…

Il risultato finale sono dei panini rustici e profumati, che se ben
conservati, si mantengono bene per qualche giorno…

POLPETTE DI MERLUZZO SU SALSA DI POMODORI SECCHI E PREMIO

Oggi avevo del merluzzo e per ingolosirlo un pò, ho deciso di trasformarlo in deliziose polpettine…la ricetta l’ho inventata al momento, in base agli ingredienti che avevo in frigo e per non rovinare il sapore unico del merluzzo non ho aggiunto uova, ma per modellare l’impasto mi sono aiutata con un pò di farina. Per quanto riguarda la cottura io le ho fritte ma si possono anche soffriggere o perchè no…cucinarle al vapore…a voi la scelta…Intanto, dal momento che la ricetta me la sono inventata di sana pianta, spero vi piaccia almeno un pò…

INGREDIENTI:

PER LE POLPETTE DI MERLUZZO:

-150 DI FILETTI DI MERLUZZO 
-MEZZO SPICCHIO D’AGLIO (FACOLTATIVO)
-PREZZEMOLO TRITATO
-SCORZA GRATTUGIATA DI MEZZO LIMONE
-UN CUCCHIAIO DI FARINA
-SALE E PEPE Q.B.
-OLIO PER LA FRITTURA

PER LA SALSA DI POMODORI SECCHI:

-4 POMODORI SECCHI
-UN CUCCHIAIO D’OLIO EXTRAVERGINE
-UN PIZZICO DI SALE
-UN CUCCHIAIO DI SUCCO DI LIMONE
-ACQUA Q.B.

Prendere i filetti di merluzzo…

e tritarli grossolanamente con un coltello oppure con il
frullatore (io coltellaccio!!!)…

metterlo in una coppa ed aggiungere un pizzico di sale e
prezzemolo tritato a piacere…

…la scorza di limone grattugiata…

un bel cucchiaio pieno di farina e mezzo spicchio d’aglio tritato
(io non l’ho messo)…

impastare fino ad avere un composto morbido ma plasmabile,
eventualmente si può aggiungere un altro pò di farina…

Formare delle polpettine della grandezza desiderata…

a me ne sono venute fuori sette, di questa grandezza…

…mettere sul fuoco l’olio e aspettare che arrivi
a temperatura…

io mentre aspettavo ho avuto una delle mie solite idee…

Avevo del riso Venere pre-lessato e ho pensato bene di
farne qualcuna in crosta…il sapore era
ottimo…ma far attaccare il riso sulle polpette senza l’uovo
è stato abbastanza faticoso…

quando l’olio sarà pronto friggere le polpettine…

scolarle su carta assorbente, farle intiepidire un attimo e
mangiarle….io le ho servite con una salsa ottenuta
frullando, a freddo, 3/4 pomodori secchi, un cucchiaio di 
olio extra-vergine d’oliva, un pizzico di sale, un cucchiaio
di succo di limone e acqua quanto basta ad ottenere una 
consistenza morbida….Eccole nel piatto…

 

ho messo anche un pò di prezzemolo per dare più colore…

Qui si vede meglio l’interno…

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Nanny: PIOVONO POLPETTE:

                                               

                                          

Inoltre volevo ringraziare la cara Lady Boheme per avermi pensata anche questa volta, donandomi questo premio che dono a tutti voi che passate di qui…

 

                                                  

YOGURT FATTO IN CASA

Qualche tempo fa, cercando tra le varie ricette da provare, ho trovato quella dello yogurt…mi è piaciuta così tanto che non l’ho più lasciata….Come per la ricetta della ricotta, anche questa è stata presa da Internet, ma non conoscendo l’autore , posso solo dire che, se qualcuno dovesse riconoscerla come sua, può contattarmi ed io scriverò il proprio nome…

INGREDIENTI:
-1 LITRO DI LATTE FRESCO PARZIALMENTE SCREMATO A TEMPERATURA AMBIENTE
-1 VASETTO DA 125 GR DI YOGURT BIANCO MAGRO A TEMPERATURA AMBIENTE

Portare il latte ad ebollizione in una pentola….


Abbassare la fiamma e farlo sobbollire per 20 minuti, poi
con un mestolo forato raccogliere la patina superficiale…


A questo punto immergere la pentola in un’altra 
contenente acqua ghiacciata e portare il latte alla temperatura
di 40-42°…io avevo il termometro da cucina…

A questo punto mettere qualche cucchiaio di latte nello yogurt
e mescolare…

ed infine versare lo yogurt nella pentola e mescolare…


Travasare il latte, filtrandolo, in un contenitore di vetro…

Coprire con un coperchio e poi con un plaid di lana e tenere
in un luogo asciutto per 10 ore…

Passate le 10 ore trasferite lo yogurt formatosi nei contenitori…

…metterlo per qualche ora in frigorifero e gustarlo…


Io lo dolcifico con un cucchiaino di zucchero di canna e lo
accompagno con della frutta fresca…

PREMI

Appena rientrata a casa, dopo una Pasqua all’insegna della pace e del divertimento, ho trovato alcune bellissime sorprese…Questo premio meraviglioso, donatomi dalla cara Sabrina del sito ARCHITETTANDO IN CUCINA e dal caro amico Max del sito IL BLOG DI MAX:

 

Ma avevo detto che le sorprese erano più di una…infatti anche la cara Lady Boheme del sito HIPERICA ha pensato a me e mi ha donato questo premio:

 

Un’altra sorpresa l’ho ricevuta dall’amica Veronica del sito CUCINA DELIZIOSA…eccola qui:

                                                        

Ed infine ecco un altro premio ricevuto sempre da Max del sito IL BLOG DI MAX:

                

Naturalmente ringrazio tutti voi di cuore…La vostra presenza sul mio blog mi riempie davvero il cuore di gioia, grazie a tutti

Rigiro i bellissimi premi a chiunque passi di qui e volesse accettarli…

COLOMBA

E finalmente ecco anche il mio contributo per Pasqua…è un paio d’anni che ho questa ricetta, e quest’anno mi sono fatta coraggio e ho provato a realizzarla, non è difficile ma le fasi di lievitazione sono tante e l’impasto è abbastanza morbido e leggermente appiccicoso…

INGREDIENTI (PER UNO STAMPO DA 500GR):
-225 GR DI FARINA (MEGLIO SE MANITOBA)
-6 GR DI LIEVITO DI BIRRA
-20 GR DI BURRO
-UN PIZZICO DI SALE
-1 UOVO MEDIO
-80 GR DI ZUCCHERO
-25 GR DI LATTE TIEPIDO
-AROMA ALL’ARANCIA (IO SCORZA GRATTUGIATA)
-50 GR DI UVETTA AMMOLLATA (O CANDITI)

PER LA GLASSA:
-1 ALBUME
-65 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
-10 GR DI ZUCCHERO DI CANNA
-50 GR DI FARINA DI MANDORLE

BIGA:

Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido…

Aggiungere 20 gr di farina ed impastare…

Far lievitare 30 minuti, coperto con un panno umido nel forno
spento…

LIEVITINO:

Aggiungere all’impasto precedente (biga) 50 gr di farina e 65 gr
di acqua tiepida…far lievitare, sempre coperto, per altri 50 minuti…

PRE-IMPASTO:

All’impasto precedente (lievitino) aggiungere 50 gr di farina,
due cucchiaini di zucchero e 10 gr di burro sciolto e raffreddato;
Formare una bella palla e far lievitare per 60 minuti…



IMPASTO FINALE:

All’impasto precedente (pre-impasto) aggiungere la rimanente
farina, il restante zucchero, l’aroma all’arancia, 1 uovo medio,
un pizzico di sale, ed il restante burro a pomata (ammorbidito a
temperatura ambiente)…

Far lievitare per 2 ore e 45 minuti…Dopo la lievitazione
sgonfiare l’impasto e aggiungere l’uvetta precedentemente
ammollata in aqua tiepida, o i canditi ( mio marito non li gradisce)…

Io ho fatto tutto a mano, ma chi ha la planetaria sicuramente
abbrevierà i tempi…

Passato il tempo di lievitazione sistemare l’impasto, che sarà
leggermente appiccicoso, in uno stampo da colomba da 500 gr…


Mettere a lievitare per un’altra ora mezza, finchè l’impasto
non avrà quasi raggiunto il bordo dello stampo…


A questo punto mettere in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti…

Nel frattempo preparare la glassa, mettendo tutti gli ingredienti
in un frullatore…

passati i 10 minuti uscire velocemente la colomba e glassarla…

aggiungere anche qualche mandorla e la granella di zucchero
(io non l’ho messa)…

Abbassare la temperatura a 180° e cuocere per altri 35 minuti
coprendo con carta alluminio se la glassa dovesse scurirsi troppo…

Pronta…

…con lo zucchero a velo…

qualche foto dell’interno…

Nonostante la presenza di poco burro, l’interno si è
mantenuto abbastanza morbido…io l’ho conservata in un bel
panno di lino ed è durata 3 giorni…

Non è proprio la classica colomba ma è una buona alternativa e
poi mi sono divertita un sacco a prepararla, anche se mi ci sono
volute ben 6 ore tra impasto, lievitazione e cottura…

Auguro a tutti una felice e serena PASQUA…

Con questa ricetta partecipo al contest di Littledesserts del sito I LOVE DESSERTS:

Mani+nella+manitoba.jpg