DESSERT ALLO YOGURT

Questo dessert fresco e veloce, l’ho preparato Domenica scorsa…Infatti qui a Brindisi, c’è stata una fantastica giornata, con il sole che splendeva bello alto in cielo, insomma un ottimo anticipo di primavera…Ci voleva proprio qualcosa di fresco, così ho guardato un pò quello che avevo in frigo e in dispensa, ed ho assemblato il tutto…

INGREDIENTI PER UN BICCHIERE COPPUTO:

-UN VASETTO DI YOGURT ALLA VANIGLIA (125 GR.)
-CEREALI MISTI DEL GUSTO CHE SI PREFERISCE
-FRAGOLE O FRUTTI DI BOSCO

Prendere un bicchiere e mettere sul fondo metà fragola…

poi un bel cucchiaio di yogurt…

ed infine un cucchiaio di cereali (i miei erano misti al cioccolato)…

ricominciare da capo, e proseguire fino ad arrivare all’orlo del
bicchiere…

A me era avanzato dello yogurt e così ho fatto anche un
bicchierino piccolo, piccolo…

Li ho messi vicini per far capire la differenza di dimensione…

Ed ora una breve panoramica degli ingredienti utilizzati…

Visto??? Facile no?

Prima di mangiarle è consigliabile mettere i bicchieri in
frigo per un paio d’ore, in maniera tale da far amalgamare i sapori…
Inoltre lo yogurt assumerà una consistenza cremosa, molto vicina a
quella del gelato…

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Enza del sito DOLCI DECORAZIONI E TENTAZIONI:

Collage14.jpg

POLLO ALLE MANDORLE

La settimana scorsa io ed Enrico, mio marito, siamo andati a mangiare al ristorante cinese, e siamo riusciti a farci dare dal nostro amico cuoco, qualche ricettina niente male, che con il tempo posterò… Comincio da una ricetta che per me è un classico…IL POLLO ALLE MANDORLE…Io l’ho accompagnato con un bel risottino profumato al curry, ma cominciamo dal pollo…

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

-500 GR DI PETTO DI POLLO
-2 CIPOLLOTTI
-MEZZO BICCHIERE DI ACQUA CALDA O BRODO
-1OO GR DI MANDORLE SBUCCIATE
-2 CUCCHIAI DI SALSA DI SOIA
-20 GR DI MAIZENA
-OLIO DI SEMI Q.B.

Tagliare il petto di pollo a dadini, delle stesse dimensioni
delle mandorle, e mescolarlo in una ciotola con la maizena…

In una pentola anti-aderente tostare le mandorle e metterle
da parte…nella stessa pentola mettere un goccio di olio di semi…

e i cipollotti tagliati a fettine…

far soffriggere per qualche minuto e aggiungere il pollo…

farlo dorare per bene e salare poco…

a questo punto mettere in pentola il mezzo bicchiere di acqua
(anche il brodo va bene)…e le mandorle tostate…

mescolare, coprire e far cuocere per 20 minuti, controllando di
tanto che la preparazione non si asciughi molto, se così fosse
versare altra acqua…

Mentre il pollo cuoce preparare il riso. Mettere in una pentola una
noce di burro e curry in polvere a piacere…

una volta che il burro è sciolto aggiungere il riso…

far soffriggere per qualche istante, giusto il tempo che il riso 
diventi trasparente…quindi versare acqua a filo salare e mescolare…

abbassare la fiamma al minimo, coprire e far cuocere per 10
minuti…

passati i dieci minuti farlo riposare in pentola per altri cinque minuti…

…Pronto…bello asciutto e con i chicchi perfettamente separati…

Metterlo in un pirottino da muffin e capovolgerlo in un piatto…

Intanto anche il pollo sarà pronto, aggiungervi la salsa di soia…

Ed impiattare il tutto…

Primo piano…

Con la cara amica salsa di soia…che osserva il risultato finale…

E le signore mandorle che si sono create un sentiero…

Siccome ho pranzato da sola ho diviso le porzioni iniziali
per quattro…mentre il riso era 50 grammi…

Con questa ricetta partecipo al contest indetto dal sito ZUCCHERO E FARINA: ETHNIC FOOD

Contest Cibo etnico.jpg

PREMI

Questo post è dedicato alla carissima Stefi del sito LA BOTTEGA DELLE BONTA’ che mi ha gentilmente donato questi due premi…

Il primo premio è questo:


                                                              
Le regole sono le seguenti:

Postare questa frase: “Nenhum olhar è mais puro do que una criança”
Postare il premio
Fare riferimento a questo Forum “ARTEDALI” http://li-katuki.blogspot.com
Passarlo a dieci amici.

Mentre il secondo premio è questo e mi è stato donato oltre che da Stefi anche dal sito ITALIANS DO EAT BETTER,  dalla simpatica Ele del blog http://alicenellacucinadellemeraviglie.blogspot.com/ e dalla cara amica Anna del blog ANNA E…LE SUE BRICIOLE DI CUCINA  ringrazio di vero cuore :

                                                         Le regole sono le seguenti:

Girare il premio a dieci persone amiche e indicare le dieci cose che mi rendono più felice…

Queste sono le dieci cose che mi rendono più felice:

1) Mio marito
2) I miei amici
3) Il mio blog
4) Cucinare
5) Il mio lavoro di casalinga
6) La vita
7) Il cibo
8) I buoni propositi
9) L’onestà
10) La solidarietà

E questi sono i dieci blog amici a cui passo questi due premi:

1) Accademia di Elisa
2) La cucina degli angeli
3) Cioccolata piccante
4) La casa di Betty
5) Un mondo di farina
6) Cucchiaio e pentolone
7) Tepperella
8) La cucina di Federica
9) I piaceri della vita
10) Dolci a go go

PASTICCINI AL COCCO

Questa ricetta l’ho presa dal retro della confezione della farina di cocco…è facile e veloce…e vengono fuori dei pasticcini croccanti fuori e morbidi dentro…

INGREDIENTI PER 12 PASTICCINI:

-100 GR. DI ZUCCHERO SEMOLATO
-100 GR. DI FARINA DI COCCO (COCCO DISIDRATATO)
-3 ALBUMI

In una pentola mettere i tre albumi e lo zucchero…

…mettere sul fuoco a fiamma bassa e mescolare continuamente
per far sciogliere lo zucchero…

aggiungere il cocco disidratato, tutto in una volta…

mescolare, togliendo dal fuoco e far amalgamare per bene…

..accendere il forno a 180° e cominciare a creare i pasticcini…

Con un cucchiaino formare tante palline delle stesse dimensioni e porle
su una teglia rivestita di carta forno…

Cuocerle in forno caldo fino a doratura, nel mio forno ci
sono voluti 15 minuti…

Far raffreddare i pasticcini qualche istante e staccarli dalla carta forno…

Io per renderli ancora più golosi, alcuni li ho colorati con
una glassa preparata con 50 grammi di zucchero a velo e un
cucchiaio d’ acqua…

Il giorno dopo…

L’interno morbidoso…

Con mio sommo stupore, sono piaciuti anche a mio marito,
che con il cocco non va tanto d’accordo…

CAVOLO VERZA CON PANCETTA E OLIVE VERDI

L’altro giorno ho fatto questa ricetta per contorno e siccome mi è piaciuta molto (solo a me , perchè il tesoro della mia vita non mangia il cavolo verza), ho deciso di postarla…magari a qualcuno può essere utile…spero…

Cominciare con il pulire e lavare un piccolo cavolo verza…poi tagliarlo a listarelle…

Mettere sul fuoco una pentola anti-aderente con un pò
d’olio extravergine…

e qualche lamella d’aglio (oppure uno spicchio intero)…

…quando l’aglio comincia a sfrigolare, aggiungere 50 gr di
pancetta dolce tagliata a dadini…

dopo cinque minuti, la pancetta comincerà a diventare
trasparente…

è il momento di aggiungere un cucchiaio pieno di olive verdi…

e dopo altri cinque minuti, anche la verza…

farla appassire, salare e sfumare con un bicchiere di vino bianco secco…

coprire con un coperchio e cuocere a fiamma medio-bassa
per 35/40 minuti, girando ogni tanto per non farla attaccare…

et voilà…eccola nel piatto…

e qui in una forma diversa…

…con due olive verdi…

MERLUZZO IMPANATO CON SALSA ALLA PIZZAIOLA

Ieri sera per cena avevo dei filetti di merluzzo e avevo deciso di farli alla pizzaiola…poi dalla fantasia del mio amore è nata questa ricetta…e come non accontentarlo se te lo chiede con quegli occhietti dolci?????

Prendere  i filetti di merluzzo, passarli nell’albume e poi
nel pangrattato, premendo bene per farlo aderire come
si deve…

Nel frattempo preparare la salsina…in una pentola mettere
l’olio…

l’aglio…

una decina di pomodorini tagliati a dadini…

un cucchiaino di capperi…

un cucchiaino di pinoli…

e mezzo bicchiere di vino bianco…

un pizzico di sale, coprire e far cuocere per 20 minuti…

Intanto preparare il pesce panato in precedenza…
si può cuocere al forno fino a doratura oppure friggerlo
in padella con un filo d’olio…

Dopo 20 minuti il condimento si presenterà cosi…

frullarlo per renderlo una salsina…

impiattare il tutto e servire…

CREMA AROMATICA AI CARDI

Tempo fa ho fatto la vellutata di zucca e mi è piaciuta talmente tanto che ho deciso di farne un’altra, ancora più cremosa, cambiando gli ingredienti…così stamattina ho visto che in frigo avevo dei finocchi e dei cardi…ho assemblato tutto ed è uscita fuori una bella cremina delicata…che mi ha riempito lo stomaco senza appesantirmi…

Per le dosi sono andata ad occhio: ho pulito, lavato e
tagliato a spicchi un finocchio medio e l’ho messo in un
pentolino…

ho fatto la stessa cosa con il cardo…

siccome volevo qualcosa di molto speziato ho deciso di
aggiungere alle verdure tutti i tipi di spezie che avevo:
semi di finocchio, semi di anice, basilico, curry, zenzero…
poi ho aggiunto un bicchiere di latte e acqua a filo…
ho portato a bollore, ho salato e ho fatto cuocere coperto
per 50 minuti a fiamma bassa…

passato tale tempo ho spento la fiamma e lasciato riposare per
5 minuti…dopodichè ho frullato con il frullatore ad immersione…
…ed ho impiattato…

Ho servito questa crema con semi di sesamo tostati e un
filo d’olio…

aromatica e depurativa…dopo la chiacchiere mi ci voleva proprio….

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Minù del sito LE RICETTE DI MINU’:

banner 3.jpg

CHIACCHIERE

In questo periodo su blog e siti vari imperversano, com’è giusto che sia, chiacchiere, castagnole, bomboloni e chi più ne ha più ne metta…d’altronde se non si fanno in questo periodo dell’anno….Allora ho deciso di preparare le mie chiacchiere…la base di questa ricetta è quella dei cenci dell’Artusi a cui ho fatto delle mie aggiunte personali…

INGREDIENTI:
-250 GR DI FARINA
-2 UOVA
-1 CUCCHIAIO DI BRANDY
-20 GR DI BURRO
-40 GR DI ZUCCHERO
-1 BUSTINA DI VANILLINA
-OLIO DI SEMI PER FRIGGERE
-UN PIZZICO DI SALE
-SCORZA GRATTUGIATA DI MEZZO LIMONE (MIA AGGIUNTA)
-UN CUCCHIAINO PIENO DI LIEVITO PER DOLCI (MIA AGGIUNTA)

Mescolare la farina setacciata ed il lievito,fare la fontana, rompervi al centro
le uova ed aggiungere il burro, la scorza di limone, lo zucchero, la vanillina,
il brandy ed il pizzico di sale ed impastare (se l’impasto dovesse sgretolarsi, a
piacere aggiungere un pò di vino bianco per compattarlo…a me non è servito,
ma molto dipende dalla capacità di assorbimento della farina). Alla fine uscirà fuori un
impasto morbido e liscio, formarvi una palla e lasciarla riposare in frigo per mezz’ora.

Questo è il mio impasto…

Dopo il riposo in frigo, aiutandosi con un mattarello o con una
macchina per fare la pasta, tirare una sfoglia abbastanza sottile
(in metà del mio impasto c’è una parvenza di scagliette di cioccolato,
che ho messo per prova)…

e con una rotella dentellata dare forma alle chiacchiere…

Friggere le chiacchiere ottenute in olio di semi abbondante,
scolarle e adagiarle su carta assorbente…

…una volta tiepide spolverizzarle di zucchero a velo…

Qui una chiacchiera solitaria…

LINGUINE LIMONE E BRANDY

Questa ricetta è da tantissimo tempo che volevo realizzarla, ma ultimamente abbiamo mangiato solo secondi e verdura, per cui non avevo ancora trovato il modo di prepararla…oggi però mi sono svegliata proprio con l’intenzione di mangiare questo primo piatto…che tra l’altro avrei voluto cucinare il giorno di San Valentino, se mio marito non si fosse trovato di turno a lavoro tutto il giorno…peccato…

IMGP2046.JPG

INGREDIENTI PER DUE PERSONE:

  • 160 GR DI LINGUINE
  • 15 GR DI BURRO
  • BUCCIA GRATTUGUATA DI MEZZO LIMONE
  • MEZZO BICCHIERE DI LATTE
  • UN CUCCHIAIO DI MAIZENA
  • UN BICCHIERINO DA LIQUORE DI BRANDY
  • SALE Q.B.

PREPARAZIONE:

Mettere l’acqua per la pasta e quando bolle buttare le linguine…
Nel frattempo mettere in un salta-pasta il burro…

la buccia grattugiata di poco più di mezzo limone, solo la parte
gialla, quella bianca rovinerebbe la preparazione dandole un
sapore amarognolo…

aggiungere anche mezzo bicchiere di latte in cui sarà stato sciolto,
in precedenza, un cucchiaio di maizena (anche la farina va bene) e salare…

far cuocere per qualche minuto, girando spesso, fino ad
ottenere una cremina…a questo punto mettere un bicchierino
di brandy e farlo consumare…alla fine uscirà fuori una salsina simile
a questa…

quando la pasta è cotta, scolarla e farla mantecare a fiamma
media con la salsina al limone…

impiattarla…

chi ne gradisce una forchettata?

Non so se dalle foto si vede, ma comunque la pasta deve
risultare abbastanza cremosa…

Con questa ricetta partecipo al contest del sito ABOUT FOOD :

ABOUT FOOD.jpg

STRACCETTI DI PERSICO LIMONE E PANGRATTATO

Di solito questa ricetta la faccio con il pollo oppure con il tacchino…questa volta ho voluto cambiare e provare a farla con il pesce persico, giusto per renderlo un pò più saporito…

Prendere in pescheria un bel filetto di pesce persico e tagliarlo a
cubotti o a listarelle…

in una pentola anti-aderente mettere l’olio e uno spicchio
d’aglio schiacciato e far soffriggere…

aggiungere il pesce persico e, questo è un mio tocco personale
e facoltativo, un cucchiaio di semi di finocchio…

far abbrustolire per un pò finchè il persico non prende colore…

salare e mettere il succo di limone,per le quantità regolarsi
a proprio gusto, io metto mezzo limone ed esce molto saporito,
ma vanno bene anche un paio di cucchiai giusto per dare l’aroma… 

coprire e far sfumare, una volta che tutto il limone si sarà
consumato mettere il prezzemolo ed un cucchiaio di pangrattato,
alzare la fiamma per far attaccare il pangrattato …

impiattare e cospargere con le briciole di pangrattato rimaste
in pentola…